Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Bari, Auteri: "Per recuperare punti dovremo essere martellanti. Migliorare questa squadra è difficile"

Il tecnico biancorosso è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo contro la Turris che segnerà la ripresa del campionato di Serie C dopo la sosta natalizia

Gaetano Auteri

Il Bari è pronto a iniziare il suo 2021: domenica pomeriggio alle 15:00 i Galletti scenderanno in campo al San Nicola per la ripresa del campionato di Serie C contro la Turris.

La partita con i campani, che in Serie D diedero filo da torcere ai biancorossi, è ricca di insidie specialmente in virtù del buon rendimento fuori casa: "Dovremo prestare attenzione, non solo alla Turris ma a tutte le squadre che incontreremo - è il monito di Auteri -. Dobbiamo recuperare terreno e non abbiamo margine d'errore, ma sono fiducioso perché abbiamo qualità. La Turris si chiude bene e sa ripartire, fuori casa sono particolarmente pericolosi ma sono fattori che abbiamo analizzato nella preparazione della partita. Non credo esista chissà quale rivalità tra Bari e Turris, il passato conta poco nella gara di domani. Loro hanno una struttura di giocatori molto pronti e adatti per la categoria, ci sono giocatori importanti e fuori casa sono particolarmente pericolosi. Le nostre motivazioni sono importanti, in questi giorni abbiamo affrontato discorsi con i ragazzi. Stiamo bene, non vogliamo snobbare nessuno".

Tra un paio di giornate si chiuderà il girone d'andata e il Bari dovrà fare il possibile per assottigliare lo svantaggio di 6 punti dalla Ternana, ma il tecnico è fiducioso: "Finalmente abbiamo continuità di lavoro. Ciò che dobbiamo fare ora è essere più martellanti. Questo però non vuol dire che finora siamo stati superficiali, soltanto che non c'è più tempo per errori di atteggiamento, mentalità. Fisicamente stiamo tutti bene. Si ricomincia con l'obiettivo di sempre, abbiamo armi e qualità per recuperare. La Ternana può anche concedersi qualche errore, noi no, ma questa può diventare addirittura una situazione a nostro vantaggio".

Tornare dopo una sosta è sempre un'incognita, Auteri, tuttavia, pare aver riscontrato risposte positive dai suoi: "Nei giorni in cui siamo rimasti fermi i ragazzi hanno seguito programma specifico. Riprenderemo con grande voglia di calarci nella gara". E sulle condizioni fisiche dei singoli: "La sosta per Andreoni è stata importante, è un giocatore disponibile. Vedremo come si evolverà la situazione ma al momento è recuperatoMinelli ha appena ripreso a lavorare da una settimana, Citro è guarito dal suo problema ma è indietro. Complessivamente però stiamo bene. Gli indisponibili sono Celiento e Maita, ma all'interno dell'organico ci sono le opzioni per mettere in campo una squadra competitiva".

Se c'è una cosa su cui il Bari deve migliorare è l'approccio ad alcune gare, che a volte non è stato sufficientemente determinato: "A volte abbiamo commesso errori di questo tipo, anche se nel corso della partita abbiamo rimediato ma dico sempre di ricordare che ma giochiamno da soli. Ci sono anche gli avversari che ti costringono a difenderti con la loro aggressività. Amo fare valutazioni della partita nel suo complesso. Abbiamo lasciato per strada qualche punto,  anche immeritatamente ma per il resto non abbiamo rubato nulla a nessuno. Ci sono state sempre le prestazioni. Contro Palermo e Vibonese abbiamo raccolto meno ma nel calcio queste cose si compensano. Le classifiche non mentono a fine stagione. Abbiamo qualche credito ma serve a poco rimarcarlo. Per vincere ci vogliono le prestazioni".

E la storia da tecnico di Auteri racconta che nel girone di ritorno le sue squadre iniziano a macinare gioco e punti: "I dati statistici dicono questo, ma trovo sia la normale parte di un processo di crescita. Noi siamo forti strutturalmente come squadra, sono sicuro che lo faremo. Giocheremo per obiettivi importanti, non vogliamo mantenere questa posizione ma migliorarla tappa dopo tappa. Variazioni tattiche per le assenze? Cambiamo spesso atteggiamento anche a gara in corsa, partiamo in un modo poi variamo a seconda della partita ma il filo conduttore è sempre lo stesso. Devo mettere chi è più pronto, prima della gara non faccio nomi, ciò che conta è il Bari non chi viene scelto."

Il 4 gennaio è iniziato il mercato e come di consueto in questo periodo della stagione, si susseguono voci su nomi in entrata e in uscita. Auteri non si è sbilanciato, anzi, si è detto contento dei calciatori a sua disposizione: "Sono molto felice di allenare questo gruppo, ogni elemento ha il mio gradimento e fa parte del progetto societario. Se ci sarà qualcuno che chiede spazio sarà una scelta autonoma. Abbiamo bisogno di pochissimo, siamo forti e possiamo migliorare di molto media punti e prestazioni ma le parole vanno dimostrate sul campo. Difficilmente troveremo giocatori migliori di quelli che abbiamo. Questa è una squadra forte che non ha bisogno di grandi cose, dobbiamo essere tutti sullo stesso livello e condizione fisica. Qui conta solo il Bari, l'unico interesse comune è il rispetto  della maglia, del progetto della società, cose per cui lavoreremo al massimo. Per esperienza personale, quando si prendono giocatori da altre squadre vanno messi a posto fisicamente, ci sono partite, tanti turni infrasettimanali. In due mesi si faranno 12 partite, poi riposeremo, fino a tre giornate avremo una gara in meno. Non abbiamo alternative rispetto alla vittoria".

Auteri ha concluso la conferenza parlando dei suoi auspici per il nuovo anno: "In mente abbiamo un solo obiettivo. Sarei l'uomo più felice al mondo se riuscissimo a realizzare il progetto della società, sarebbe qualcosa che coinvolgerebbe una comunità calcistica straordinaria come quella barese, che finora purtroppo non abbiamo potuto assaporare. Bisognerà metterci determinazione e ferocia".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, Auteri: "Per recuperare punti dovremo essere martellanti. Migliorare questa squadra è difficile"

BariToday è in caricamento