Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport

Verso il Bisceglie, Auteri: "Bari, scegli che strada prendere. Assenze? Pronti a tutto"

L'allenatore biancorosso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby, confermando l'indisponibilità di Celiento che si somma a quelle degli squalificati Di Cesare e Ciofani

Il campionato del Bari è ripreso con un frustrante pareggio casalingo in casa contro la Turris, risultato che ha determinato una nuova fuga della Ternana, ora in vantaggio sui Galletti di 8 punti. Lo si è detto già diverse volte in questa stagione, ma il concetto resta lo stesso: se si vuole ancora credere alla promozione diretta, per i biancorossi non sono ammessi ulteriori passi falsi.

Ne è perfettamente consapevole Gaetano Auteri, tecnico del Bari, intervenuto alla vigilia del derby in trasferta contro il Bisceglie. L'analisi del mister è ripartita proprio dai rimpianti legati al match con i corallini, in cui i suoi non sono riusciti a chiudere la gara: "Noi vogliamo essere spietati. Nelle ultime  partite abbiamo lasciato qualcosa per strada in termini di punti ma le prestazioni ci sono sempre state. Proprio da queste dobbiamo ripartire. Prendete la partita con l'Avellino, lì siamo riusciti a capitalizzare subito segnando quattro gol nel primo tempo, pur creando meno delle partite pareggiate con Vibonese e Turris. Dobbiamo essere perseveranti e guardare a noi stessi, e cercare di curare anche i piccoli dettagli".

Il tecnico siciliano non vuole sentire parlare di sfortuna: "Non mi piace parlare di fortuna e sfortuna, non mi appello a questo per valutare le partite. Abbiamo fatto bene sotto tanti punti di vista, naturalmente abbiamo commesso qualche errore ma non mi piace essere fatalista. Dobbiamo essere incazzati, i meriti si raccolgono sul campo. Il calcio nel breve può togliere qualcosa ma alla lunga ti può restituire, l'importante è che ci crediamo con tutte le nostre forze. Con questa partita si chiude il girone d'andata. Dobbiamo decidere che strada dobbiamo prendere, il nostro avversario ha raccolto di più di noi. La partita di domani è un crocevia, ma lo saranno anche le altre. Dobbiamo decidere se prendere la via più lineare, quella più importante".

Auteri ha ragguagliato anche sulle condizioni fisiche della squadra, partendo da una nota lieta: "Andreoni sta bene, ha continuato ad allenarsi positivamente dopo la gara con la Turris e domenica sarà certamente in campo. Celiento, invece, non sarà disponibile. Gli squalificati? Non sono preoccupato, abbiamo una rosa profonda. Ci sono Minelli e Perrotta. Per Minelli abbiamo dovuto accelerare, ma è tutto ok. Minelli, Sabbione e Perrotta danno sicurezze. Citro sta bene, è a disposizione ma se verrà chiamato in causa sarà a gara in corso. Maita? Ci siamo sentiti, non ha sintomi ma è fermo dal 23 dicembre... quasi un mese. Ci vorrà tempo per rimetterlo in sesto".

In molti sostengono che sulle prestazioni del Bari, pesi l'aspetto psicologico di dover rincorrere: "Non lo so, la sostanza è che loro sono davanti e noi dietro e dobbiamo provare a diminuire questo svantaggio perché poi ci sarà lo scontro diretto e tante altre partite importanti. Palermo, Turris e Vibonese, non sono gare in cui ci siamo innervositi, ma ripartiamo da quanto abbiamo fatto di buono. Nelle gare successive siamo stati perentori. Con la Turris abbiamo giocato a una porta e non perché fossero scarsi ma perché lo abbiamo voluto noi. In campo tutti i discorsi svaniscono".

Ad eccezione di quello vinto in casa del Francavilla, i derby giocati dal Bari contro Monopoli e Foggia non hanno visto un Bari brillante: "Speriamo ci sia un'inversione di tendenza, anche se a Monopoli giocammo un'ottima partita, ma quando il Bari non vince è normale essere soddisfatti. Ogni gara i nostri avversari ci aspettano, ne siamo consapevoli. Un avversario vale l'altro, per noi sono tutte importanti, più diminuiscono più acquistano valore".

Le assenze dovute a indisponibilità e squalifiche potrebbero indurre il tecnico a provare un cambio modulo: "Proviamo anche altre cose durante la settimana. Nell'arco della gara possono esserci situazioni diverse. Siamo pronti a tutto. Ora non vi anticipo cosa faremo perché ne devo parlare con i ragazzi ma siamo in grado di interpretare la partita in diversi modi, anche se la nostra faccia deve essere sempre la stessa. Ci vuole solo più convinzione".

Sul momento di D'Ursi, a segno nelle ultime due gare ma dal quale ci si aspetta ancora di più: "Con la Turris ha giocato una partita appena sufficiente, ha delle caratteristiche. Ognuno deve essere funzionale, non possiamo appoggiarci a un solo giocatore, dobbiamo solo essere ben predisposti, poi tocca all'allenatore scegliere. Le partite le giochiamo per vincere, non ci serve solo D'Ursi, ci servono tutti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso il Bisceglie, Auteri: "Bari, scegli che strada prendere. Assenze? Pronti a tutto"

BariToday è in caricamento