Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Bari-Avellino: emergenza in difesa per Grosso ma i precedenti sorridono ai galletti

Difesa decimata per i biancorossi, orfani di Gyomber, Capradossi e Tonucci. Nonostante ciò Grosso non dovrebbe rinunciare al 3-5-2. Per Novellino out Morosoni, dubbio Asencio-Castaldo

Dopo una settimana ricca di novità, dal nuovo sponsor alla formalizzazione dell'incarico per il restyling del San Nicola a B Futura, per il Bari è tempo di rituffarsi nel calcio giocato.

Domani pomeriggio al San Nicola arriva l'Avellino, forse uno degli avversari meno indicati da affrontare in un momento come questo in cui le certezze per la squadra di Grosso vacillano. Gli irpini, infatti, sono secondi in classifica con Palermo e Perugia, a un solo punto dal Frosinone capolista, mentre la formazione pugliese ancora stenta ad ingranare. Il ko di La Spezia, il quarto in sette gare, ha riacceso la spia della preoccupazione per una squadra che esprime un buon gioco ma spesso non riesce a concretizzare la propria superiorità.

Contro l'Avellino, oltre alla pressione derivante dal momento non felicissimo dal punto di vista dei risultati e dalla grande rivalità che divide le due squadre, il Bari dovrà fare anche i conti con diverse assenze dovute a infortuni e convocazioni in nazionale. Tutte le attenuanti del caso non saranno comunque sufficienti alla squadra di casa, chiamata ad una grande prestazione. 

Bari-Avellino: i precedenti

Un incoraggiamento importante per la formazione di Grosso arriva dai precedenti: Bari e Avellino si sono affrontate complessivamente 34 volte nel corso della loro storia, la maggior parte delle quali in serie B. Seppur di poco i biancorossi sono leggermente avanti nel testa a testa con gli irpini potendo vantare 14 vittorie a fronte di 10 pareggi e 10 sconfitte complessivi. Nelle 16 gare disputate tra le mura amiche, i galletti hanno avuto la meglio in 11 occasioni (2 pareggi e 3 sconfitte).

Come arriva il Bari

I biancorossi sembravano aver ritrovato il passo giusto dopo aver infilato due vittorie consecutive, tuttavia, il ko sul campo dello Spezia ha palesato nuovamente alcuni limiti della squadra. Contro gli irpini mister Grosso dovrà fare a meno di diversi giocatori: mancheranno Gyomber, Capradossi e Basha, impegnati con le rispettive nazionali. Con Tonucci infortunato, le difficoltà più grosse sono dunque nel reparto arretrato che dovrebbe essere composto dall'inedito trio Cassani-Marrone-Morleo. A centrocampo potrebbe toccare a Petriccione affiancare Tello e Busellato, con Fiamozzi e Improta pronti ad agire sulle fasce. Nel reparto offensivo recuperato Floro Flores che si era allenato a parte in settimana, ma la coppia d'attacco dovrebbe essere composta da Galano e Cissé. 

Come arriva l'Avellino

Entusiasmo decisamente diverso per la squadra di Novellino, proveniente da una striscia di tre risultati utili e ad un punto dalla capolista Frosinone. I lupi devono ancora sciogliere le riserve su Morosini, in forte dubbio per la sfida del San Nicola. Incerto anche l'impiego del portiere Radu, di ritorno dagli impegni con l'under 21 romena: al suo posto dovrebbe esserci Lezzerini. In attacco, la certezza è Ardemagni, mentre per sostituire Morosini si giocano una maglia Castaldo e Asencio, con lo spagnolo in vantaggio. 

Le probabili formazioni di Bari-Avellino

BARI (3-5-2) - Micai; Cassani, Marrone, Morleo; Fiamozzi, Tello, Busellato, Petriccione, Improta; Galano Cissè. All.: Grosso

AVELLINO (4-4-1-1) - Lezzerini; Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato; Laverone, D’Angelo, Di Tacchio, Molina; Asencio; Ardemagni. All.: Novellino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Avellino: emergenza in difesa per Grosso ma i precedenti sorridono ai galletti

BariToday è in caricamento