Sport

FC Bari: allo stadio bandiera della Malesia e striscione di ringraziamenti. Nuovi investitori all'orizzonte?

Ieri sera durante la gara con il Cesena in Tribuna Est campeggiava un'enorme bandiera della Malesia, mentre in curva è apparso uno striscione inneggiante a Dato Noordin, imprenditore asiatico

Foto della bandiera tratta da La Gazzetta del Mezzogiorno

Bloccato dal Cesena sullo 0-0, il Bari ieri sera non è riuscito a piazzare il colpo che avrebbe significato il momentaneo terzo posto in solitaria. L'impresa contro i romagnoli non è riuscita nonostante la spinta dei quasi 30mila spettatori che hanno assistito alla gara.

I segnali, tuttavia, sono incoraggianti: la squadra c'è, ieri le è mancato solo l'affondo vincente e in più adesso può contare sulla spinta quasi totale dell'ambiente biancorosso, e non solo dello 'zoccolo duro' sempre presente nel bene e nel male.

Foto tratta da La Gazzetta del MezzogiornoLA BANDIERA MALESE - Una curiosità legata alla partita pareggiata ieri è quella riguardante l'enorme bandiera malese che per tutti e 95 i minuti di gioco è rimasta affissa in Tribuna Est. In molti si sono chiesti a cosa fosse dovuta l'esposizione del vessillo del Paese asiatico. Una delle prime risposte che è venuta in mente a tutti, e della quale stamattina parlano diversi organi di stampa, è la possibilità che ci sia un investitore proveniente proprio dalla Malesia, pronto a rilevare il club o ad acquisire quote societarie da Paparesta e Giancaspro.

... E I RINGRAZIAMENTI IN FILIPPINO - Oltre alla bandiera malese in Tribuna Est, anche in Curva Nord è apparso uno striscione che pare salutare l'ingresso di un nuovo potenziale investitore proveniente dall'Asia."Salamat Dato' ", letteralmente "Grazie Dato'" recitava il fascione di tessuto apparso nel settore più caldo del tifo barese. Il Dato' a cui si riferivano i tifosi è Dato' Dr. Ahmad Noordin, un facoltoso imprenditore vicino alle istituzioni governative malesi. Un altro elemento che confermerebbe l'esistenza di un ulteriore interesse proveniente dall'Asia (che andrebbe a sommarsi a quello del cinese Herman Zheng, a capo del Winston Group). L'unica cosa che non torna è che il messaggio di ringraziamento a mr. Dato' sia stato scritto in filippino, a discapito della nazionalità malese dell'imprenditore. Gaffe o meno, è impossibile non interpretare la voglia di sognare del tifo biancorosso: non importa da dove provenga (San Nicola è amante dei forestieri...), Bari attende il suo tycoon straniero che porti nuovi capitali e permetta alla squadra di fare il salto di qualità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FC Bari: allo stadio bandiera della Malesia e striscione di ringraziamenti. Nuovi investitori all'orizzonte?

BariToday è in caricamento