Sport

Bari calcio | Più nodi di uno stesso pettine

Scadenze il 20 e il 25 giugno per il futuro biancorosso, in attesa della decisione sul futuro societario

Tra entusiasmo e scetticismo la trattativa prosegue. La settimana prossima ci dovrebbero essere sviluppi con riferimento al passaggio societario. Sabato il comunicato stampa diramato dal sito societario biancorosso ha indotto a sperare. Esiste, però, anche il partito degli scettici, quelli convinti che alla fine tutto si risolverà in una bolla di sapone.

E allora dove sta la verità? Il patto di riservatezza non aiuta a far luce su un mistero che mistero non è più tanto. L'offerta c'è stata e ha convinto al 70%. Bisogna limare dei dettagli e venirsi incontro. Uno sforzo da ambedue le parti per approdare alla comune volontà.

Uno dei nodi sono i debiti che lascerebbe la gestione Matarrese. Si sta studiando una soluzione che consenta a Montemurro di rilevare una società esente da passivi. Per il 25 giugno, per ammissione dello stesso Garzelli, il Bari dovrà essere pronto col pagamento degli stipendi e per gli adempimenti relativi all'iscrizione del prossimo campionato.

Il 20 giugno poi dovranno risolversi le compartecipazioni di Bellomo, Fedato, Romizi e Crimi. Più fronti aperti, ma tutti legati da un minimo comune denominatore: i soldi.

Quei soldi che Matarrese chiede e che Montemurro ha; quei soldi che Montemurro non può spendere oltre misura e che Matarrese, però, ha ancora il diritto di chiedere.

Quei soldi che, come sempre, sono il pomo della discordia tra la legittima aspirazione della tifoseria di rivedere un progetto intorno alla propria squadra del cuore e la concreta realizzazione della stessa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari calcio | Più nodi di uno stesso pettine

BariToday è in caricamento