Il saluto di Alberti e Zavettieri: "Grazie Bari. Tifosi straordinari, annata speciale"

I due tecnici, reduci dai playoff, chiudono il sipario su una stagione straordinaria. Domani festa in piazza con la squadra. Il futuro è dietro l'angolo: già la prossima settimana i nomi per la panchina e la dirigenza?

Lo staff tecnico del Bari con Nunzio Zavettieri, Giovanni Loseto e Roberto Alberti, rispettivamente secondo, terzo e quarto da sinistra

Una conferenza per chiudere un anno fantastico, ringraziando un'intera tifoseria. Un arrivederci che sa di commiato per la coppia tecnica più sorprendente del campionato. Roberto Alberti, mister del Bari e il suo 'alter ego' Nunzio Zavettieri, hanno saputo portare ben oltre le più rosee aspettative un gruppo lungo una stagione difficile, emozionante e gratificante, a cui è mancata l'apoteosi finale. I playoff sono un premio straordinario frutto anche di un'equipe tecnica che ha fatto del lavoro e della dedizione il punto di forza.

Nessun nome altisonante, ma tanto impegno, diventando in simbiosi con un'intera città: "Voglio ringraziare tutti coloro - spiega Alberti - che hanno avuto coraggio e fiducia in noi. I tifosi sono stati i protagonisti di questo campionato. Non so quante città d'Italia possano vantare una passione di questo tipo. I ragazzi hanno dimostrato valori tecnici importanti dando un'immagine pulita del calcio".

Gli fa eco Zavettieri, anima tattica della squadra, impossibilitato a tenere ufficialmente le redini della squadra perché sprovvisto di patentino professionistico: "Posso dire di sentirmi barese - ha affermato mostrando una maglietta con la scritta 'j sò d baàr' - e la gioia dei tifosi è senza dubbio la gratificazione più grande che mi porterò. La squadra - ha proseguito - ha saputo cambiare il modo di pensare, affrontando varie situazioni, errori compresi. Il rammarico è quello di non aver avuto, al momento giusto, quello dei playoff, tutte le frecce a disposizione per infortuni e acciacchi vari".

Visibilmente emozionato anche Giovanni Loseto, reduce dalla prima esperienza tecnica di spessore, nello staff della prima squadra: "A Latina ho pianto dopo tantissimo tempo. C'era rabbia perché pensavamo allo stato d'animo dei tifosi baresi che seguivano la partita da casa, in piazza e allo stadio. Sono comunque orgoglioso di questi ragazzi. Lo staff ha fatto comprendere loro il senso della baresità, ovvero dare tutto e sudare per la maglia". Il futuro però incalza e sarà compito della proprietà valutare e preparare la nuova stagione, con un rinnovato organico dirigenziale e tecnico, dando vita a un nuovo ciclo: "Farò scelte diverse che comprenderanno la mia famiglia - rivela Zavettieri - e spero comunque si possa ripartire dal sentimento mostrato in queste settimane".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche Alberti sembra salutare la piazza: "Mi sono trovato davvero bene qui. Il mio destino? Vedremo, ma non è comunque legato a quello di Angelozzi" il direttore anche lui in procinto di salutare il club biancorosso. Ne sapremo di più la già prossima settimana, anche perché il tempo stringe e bisogna preparare il prossimo campionato, scegliendo le guide tecniche e dirigenziali (si parla di un ruolo di spicco per Giovanni Galli, ndr) programmando anche il ritiro. Intanto, domani, per tutti i tifosi, l'appuntamento è in centro, con la squadra, per un ultimo abbraccio a un gruppo indimenticabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparse da ieri a Bari: ritrovate le due ragazzine di 15 anni

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Scomparse due ragazzine baresi di 15 anni, l'appello: "Non abbiamo più notizie di Asia e Chiara"

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento