Bari-Catania 4-1: i galletti vanno sotto e poi la ribaltano rifilando un poker agli etnei

Biancorossi vincitori nel big match della settima giornata di Serie C: ospiti in vantaggio con un'autorete di Ciofani, Di Cesare pareggia. Nella riprea autogol di Claiton, poi le reti di Montalto e Citro

Il destro vincente di Valerio Di Cesare (© SSC Bari)

Importante successo per il Bari nel posticipo della 7ª giornata di Serie C: battuto 3-1 il Catania al San Nicola. Passati in svantaggio per una sfortunata autorete di Ciofani, gli uomini di Auteri sono riusciti a pareggiare prima di rientrare negli spogliatoi con un'azione personale di capitan Di Cesare.

In apertura di ripresa i biancorossi hanno concretizzato il loro sorpasso prima con un tocco beffardo dell'ex Claiton, che ha pareggiato il conto delle autoreti, e poi con le reti di Montalto e Citro.

Con questa vittoria i galletti si portano a quota 14 in classifica, a pari merito con il Teramo e a un punto dalla capolista Ternana che però ha una gara in più. Il prossimo impegno sarà in trasferta nel sentiissimo derby con il Foggia, in programma il 1° novembre allo Zaccheria.

Bari-Catania, la cronaca

Avvio di gara aggressivo del Catania, al tiro dopo soli 2' con un sinistro di Pinto parato da Frattali. Il portiere biancorosso si ripete al 6' sulla botta da fuori potente e ben indirizzata di Izco. Un paio di minuti più tardi è Gatto a provarci ma Frattali è ancora una volta attento. Il pressing ospite si concretizza al 9' in maniera abbastanza fortunosa: Calapai effettua un traversone dalla fascia destra, nel tentativo di pulire l'area Ciofani si rende protagonista di una sfortunata deviazione che inganna Frattali. Stordito dall'inaspettato vantaggio degli etnei, il Bari fatica a dispiegarsi in proiezione offensiva. Il primo spunto degno di nota è di Antenucci che al quarto d'ora di gioco entra in area e lascia partire un tiro cross sul secondo palo sul quale Marras non arriva per poco. Al 21' ci prova D'Orazio con un sinistro deviato in corner. Decisamente più pericoloso il colpo di testa di Lollo, trovato con grande tempismo da Celiento, provvidenziale l'intervento dell'estremo difensore dei catanesi, Martinez. Il Catania va vicino al raddoppio al 27' con un colpo di testa di Emmausso sugli sviluppi di un corner, palla fuori di poco. Circa dieci minuti più tardi i rossoazzurri ci provano ancora con un'iniziativa di Rosaia disturbato da Ciofani, para Frattali. Dopo una lunga pressione nella metà campo siciliana il Bari arriva al gol del pareggio grazie a una prodezza di Valerio Di Cesare: il capitano biancorosso riceve palla sulla sinistra, entra in area ed evita Maldonado concludendo con un elegante piatto a giro di destro sul secondo palo che non lascia scampo a Martinez. Il primo tempo termina con le squadre a riposo sul punteggio di 1-1.

Subito un cambio a inizio ripresa: nel Bari dentro Montalto per D'Ursi. Dopo cinque minuti dall'inizio del secondo tempo il Bari passa in vantaggio: dopo un'azione insistita sul lato sinistro, Marras va al traversone teso in area, Claiton in spaccata prova ad allontanare il pallone ma finisce per commettere anche lui autorete. Gli ospiti provano a rifarsi sotto con un tiro di Maldonado ma il tiro dell'ecuadoriano viene deviato in corner Al 65' arriva il tris biancorosso: Marras lancia in profondità Antenucci, il 7 biancorosso arriva in area di rigore, fa fuori Calapai con un dribbling secco e serve Montalto che appostato al limite dell'area piccola calcia indisturbato e batte Martinez per la terza volta. Primo gol in biancorosso per l'attaccante arrivato dalla Cremonese che però pochi istanti più tardi è costretto a chiedere il cambio per un guaio muscolare: al suo posto Candellone. Dentro anche Citro e Semenzato per Marras e D'Orazio. Appena entrato Citro prova subito a mettersi in evidenza con un sinistro che termina di poco fuori alla sinistra di Martinez. A 10' dalla fine esordio stagionale per Zaccaria Hamlili, dentro al posto di Antenucci. Minuto 82: rigore per il Bari per fallo di Calapai su Candellone. Dal dischetto va Citro che si fa respingere il penalty da Martinez ma è lesto a ribadire in rete la respinta dell'estremo difensore spagnolo e a chiudere definitivamente la pratica. 

Bari-Catania 4-1: il tabellino

BARI (3-4-3): Frattali, Celiento, Minelli, Di Cesare; Ciofani, Maita, Lollo, D’Orazio (68' Semenzato); Marras (68' Citro), Antenucci (80' Hamlili), D’Ursi (46' Montalto, 68'Candellone). A disp.: Liso, Marfella, Perrotta, Corsinelli. All. Auteri

CATANIA (3-5-2): Martinez; Silvestri, Claiton, Tonucci (52' Albertini); Calapai, Rosaia (80' Piovanello), Maldonado, Izco (70' Biondi), Pinto; Gatto, Emmausso (71' Pecorino). A disp.: Della Valle, Confente, Vicente, Sarao, Manneh, Pellegrini, Zanchi. All. Raffaele

Arbitro: D’Ascanio di Ancona
Assistenti: Barone-Rinaldi
IV: Maranesi

Marcatori: 10' aut. Ciofani (C), 39' Di Cesare (B), 50' aut. Claiton (B), 64' Montalto (B), 83' Citro (B)
Note - ammoniti Di Cesare (B), Emmausso, Biondi, Calapai (C). Recupero: 2' pt, 4' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

Torna su
BariToday è in caricamento