Sport

Bari-Cesena, le pagelle: Polenta un muro, il rosso macchia la prestazione di Ceppitelli

I due centrali difensivi offrono una prova maiuscola, annullando gli attaccanti bianconeri. Buona la prova di Fossati e Romizi. Lores Varela, dura solo un tempo

Il Bari pareggia in casa contro il Cesena nel turno infrasettimanale di Serie b. Un punto prezioso, un risultato da non buttare via per la qualità della prestazione offerta dal Bari. Una furia nel primo tempo, che schiaccia il Cesena, come un pugile in procinto di beccare il Ko tecnico. Un po’ più sfilacciato nella ripresa, anche a causa di un logico calo fisico, ma ugualmente pericoloso nel finale, quando Coser si è dovuto superare, e Cani ha colpito il palo.

VIDEO: IN 20MILA AL SAN NICOLA, LO SPETTACOLO DEI TIFOSI

BARI (4-3-3) Guarna 6; Sabelli 6 Ceppitelli 6,5 Polenta 7 Calderoni 6,5; Delvecchio 6 (43’st Cani 6) Romizi 6,5 Fossati 6,5 (28’st Sciaudone 6); Varela 5,5 (13’st Galano 6) Joao Silva 6,5 Defendi 6,5. All. Alberti 6,5

Guarna 6 – Sarebbe da senza voto la sua prestazione. Il voto premia la sua imbattibilità che prosegue e supera i 360’

Sabelli 6 – Molto bene in fase difensiva, dove deve contrastare Defrel e D’Alessandro, che spesso si scambiano la posizione

Ceppitelli 6,5 – Peccato per il rosso (forse eccessivo) che ne macchia la prestazione, e lo terrà fuori come minimo un paio di giornate. Giganteggia in difesa, dominando sulle palle alte, e chiudendo sul nascere ogni barlume di azione da gol. La sua chiusura sotto porta, sul cross di Camporese, vale un gol

Polenta 7 – Altro grande difensore ormai pienamente ritrovato. Le punte romagnole vanno a sbattere contro il muro uruguaiano, senza trovare sbocchi per poter far male

Calderoni 6,5 – Primo tempo sontuoso. La palla arriva a Fossati, e in un lampo, arriva lui in sovrapposizione. Asfalta la corsia mancina beneficiando anche della scarsa presenza di D’Alessandro in fase difensiva. Il suo furore scema nella ripresa, ma la sua resta una partita maiuscola

Delvecchio 6 – Dà sostanza in mezzo, delegando le finezze agli altri due compagni di reparto. Non sfigura, fino a quando non si fa male

Romizi 6,5 – Governa con lucidità e perizia il centrocampo del Bari. Veloce nello smistare i palloni, come nel rubarli. E cresce l’intesa con Fossati

Fossati 6,5 – Una prova finalmente convincente. Gioca da regista defilato, ma non disdegna le operazioni da manovale della mediana. Ottimo il lavoro in tandem con Calderoni

Lores Varela 5,5 – L’inizio piace, con un paio di cavalcate sulla corsia destra. Ma la sua gara perde subito di consistenza, fino a decretarne la completa sparizione. Da rivedere

Joao Silva 6,5 – E’ lui a tenere impegnata la difesa, con due pericolose conclusioni. In mezzo, c’è il solito lavoro di corsa e sacrificio. Elemento sempre più prezioso. Chi lo avrebbe detto

Defendi 6,5 – Inesauribile. Basterebbe questo aggettivo per tracciare il profilo del giocatore, e descrivere il 99% delle sue prestazioni. Difficile rinunciare a lui anche in regime di turnover. Corre e rincorre. Esegue magistralmente le due fasi, e sfiora l’eurogol nel finale

Galano 6 – Mezz’ora o poco più, per dare all’attacco quel pizzico di pepe in più che con Lores stava mancando. Si rende pericoloso nel finale, peccato che concluda con il destro, il suo piede “ignorante”

Sciaudone 6 – Acciaccato, parte dalla panchina. Ma nonostante il minutaggio limitato, riesce a pungere con le sue proverbiali incursioni

Cani 6 – Tocca un pallone e lo spedisce sul palo. Non era facile fare gol, in mezzo alla mandria di difensori e giocatori raccolti in un fazzoletto

Alberti 6,5 – La sfortuna gli impedisce di raccogliere la piena posta in palio. Ma la squadra c’è, gioca bene, e lui non sbaglia le scelte, né iniziali né quelle in corso d’opera 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Cesena, le pagelle: Polenta un muro, il rosso macchia la prestazione di Ceppitelli

BariToday è in caricamento