Venerdì, 23 Luglio 2021
Sport

La sfortuna e Coser bloccano il Bari. Pari a reti bianche al San Nicola

Un grande primo tempo, e l'assedio finale non bastano ai biancorossi per portare a casa i 3 punti. Il portiere provvidenziale su Defendi e Galano. Nel finale, palo di Cani. Espulso Ceppitelli

Edgar Cani, un palo per lui nel finale

Il San Nicola ringrazia. Il Bari non riesce a vincere dinanzi al proprio pubblico, ma ancora una volta ha offerto una buona prestazione, soprattutto nel primo tempo. Meno pericoloso e più fortunato il Cesena, che ha costruito qualche pericolo nel momento in cui il Bari ha tirato il fiato, ma che deve ringraziare il proprio portiere Coser, e la dea bendata, se è riuscito ad uscire imbattuto dal San Nicola.

Sono quattro le novità in casa Bari: il ritorno di Sabelli in difesa, l’esordio dal 1’ di Loris Varela, al posto di Galano, e la presenza di Delvecchio e Fossati ai lati di Romizi, a centrocampo. Defezione dell’ultima ora, quella di Sciaudone, bloccato da un attacco influenzale.
Nonostante i cambi, l’inizio è molto piacevole. Il San Nicola apprezza e molto il Bari che mette in difficoltà da subito il Cesena, schierato da Bisoli con il 3-5-2 e l’esclusione a sorpresa di Succi, a vantaggio di Defrel.
Squadra corta, apprezzabili sovrapposizioni sulle fasce, belle combinazioni di prima, e la soluzione del doppio regista, che sembra funzionare.
E’ di Joao Silva la prima conclusione al 9’. Il portoghese è bravo a proteggere palla spalle alla porta, e a girare in rete con il mancino, sfiorando il palo. Bene anche Lores Varela, spina nel fianco sulla corsia destra, anche se preda ogni tanto dell’egoismo tipico dei giocolieri. Sempre il portoghese è protagonista della più bella azione del primo tempo, consumatasi al 35’, con fraseggio di prima, palla a Calderoni il cui cross teso, trova la girata di testa di Joao Silva, troppo centrale per impensierire Coser.
L’occasione conferisce al Bari ulteriore brio. L’avvolgente manovra dei biancorossi, porta il Cesena a difendersi con grande affanno, per scongiurare lo svantaggio. Il finale di tempo, vede la formazione di Alberti, collezionare corner, e un’infinità di cross soprattutto dalla corsia di sinistra, dove Calderoni offre una delle sue migliori prestazioni della stagione. La risposta del Cesena, arriva soltanto al 46’, con Cascione, che impegna Guarna di testa, sugli sviluppi di un corner. Il primo tempo va agli archivi sul punteggio di 0-0, ma appare palese a tutti che il risultato premi gli ospiti oltre gli effettivi meriti.

SECONDO TEMPO – Il doppio impegno ravvicinato, e i ritmi elevati del primo tempo, bloccano l’iniziativa del Bari, che nei primi minuti subisce il ritorno dei cesenati. Al 7’ serve un miracolo difensivo di Ceppitelli, per evitare il gol. Bravo nell’occasione, il difensore che chiude nell’area piccola, un pericolosissimo cross da destra di Camporese. Uno dei giocatori che sparisce lentamente dal campo è Lores Varela, che Alberti provvede a sostituire al 13’, con Galano.
La reazione del Bari c’è, anche se la veemenza della pressione biancorossa, è meno evidente. Alberti inserisce Sciaudone al posto di un positivo Fossati, Bisoli risponde con Rodriguez e Bangoura per Marilungo e Defrel.
I cambi sortiscono degli effetti auspicati, perché il Bari ritorna a spingere, pur senza la brillantezza del primo tempo. I due nuovi entrati sono protagonisti di una bella azione di contropiede, conclusasi con la conclusione centrale del centrocampista. Di ben altra pericolosità la girata al volo di Defendi al 37', sugli sviluppi di un corner, che Coser respinge con un mezzo miracolo.
Sempre Coser nel finale, se la vede brutta in due occasioni. E se sul destro di Galano, e bravo a respingere, sulla zampata di Cani (entrato al posto di Delvecchio), deve ringraziare la clemenza del palo.
Nel finale succede di tutto, con Gagliardini che resta a terra dopo un contrasto con Ceppitelli, che rimedia un rosso troppo severo. Una macchia in una serata che ha visto ancora una volta il Bari disputare una prova positiva, purtroppo non premiata dal risultato.

BARI (4-3-3) Guarna; Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Delvecchio (43’st Cani), Romizi, Fossati (28’st Sciaudone); Varela (13’st Galano), Joao Silva, Defendi. All. Alberti

CESENA (4-3-3) Coser; Camporese, Volta, Consolini; D’Alessandro, De Feudis (31’pt Coppola), Gagliardini, Cascione, Defrel (35’st Bangoura); Belingheri, Marilungo (25’st Rodriguez). All. Bisoli

Arbitro: Saia di Palermo

Ammoniti: Ceppitelli (B), Cascione (C), Camporese (C), Polenta (B)

Espulsi: 49’st Ceppitelli (B) per comportamento violento

Note: Angoli 9-5; recupero 2’pt, 7’st

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfortuna e Coser bloccano il Bari. Pari a reti bianche al San Nicola

BariToday è in caricamento