menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Davide Nicola

Davide Nicola

Bari, Nicola: "Pochi gol? Presto si sbloccheranno anche i centrocampisti"

Il tecnico del Bari ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Bari-Pro Vercelli. Recuperato Caputo, da verificare le condizioni di Calderoni. Ancora un cambio di modulo?

Reduce dal pari dell'Adriatico contro il Pescara, il Bari, domani pomeriggio alle 15, ospiterà la Pro Vercelli.

Contro i piemontesi all'andata finì 3-0, in quella che fu una vera e propria disfatta. La truppa biancorossa medita 'vendetta' e ha la chance di riparare alla brutta figura davanti al suo pubblico. Della sfida e più in generale di quest'ultimo scorcio di campionato ha parlato il tecnico biancorosso Davide Nicola, intervenuto in conferenza stampa. Ecco le sue risposte ai giornalisti:

in questo turno ci sono parecchi incroci favorevoli, bisogna osare di più?
"Gli scontri diretti ci sono... I 50 punti sono un concetto vecchio, interpretato soggettivamente da qualcuno. Domani abbiamo l'opoortunità di sfruttare la partita per acquisire consapevolezza. Osare non è un verbo per il Bari, i ragazzi fino ad ora hanno osato, ma bisogna mantenere i giusti equilibri. Per noi domani è importante voler vincere già durante il riscaldamento. Per me le partite si vincono durante la settimana"

Sfida tra piemontesi...
"Penso di essere un po' 'imbastardito', fino a 14 anni sono rimasto in Piemonte, poi sono diventato 'cittadino italiano' (ride ndr). Non lo vedo come un derby".

I suoi trascorsi con la Pro Vercelli?
"Li ho battuti ma ci ho anche perso in passato"

Come si ferma Marchi (capocannoniere della Serie B ndr)?
"E' il valore aggiunto della squadra, già all'andata dimostrò cosa sa fare. Si ferma con lo spirito giusto e l'attenzione necessaria. Il resto viene di conseguenza. Tutti possono essere determinanti"

Sta pensando ad altre soluzioni in attacco?
"Schierare due attaccanti non è per forza sinonimo di pericolosità. Negli ultimi tempi il cambio tattico ci ha dato benefici, quel che importa non è il modulo tattico. Il 4-2-4 potrà essere una soluzione. Caputo? Ha avuto un trauma contusivo, domani è a disposizione mentre Calderoni ieri si è allenato ma ancora è in dubbio"

All'andata punto il ko contro la Pro fu uno dei punti più bassi della stagione. Come se lo spiega?
"Non posso conoscere le motivazioni di quel ko, non c'ero... Da quando sono qui le capacità della squadra sono aumentate".

Le condizioni di Caputo?
"Ha avuto un trauma contusivo. C'è ancora un allenamento per valutare ma per domani è a disposizione, mentre Calderoni si è allenato ma ancora è in dubbio".

Schiattarella terzino?
"Potrebbe essere una possibilità, cerco di tener sempre alto il livello di attenzione della rosa in modo di avere sempre tutti pronti".

I numeri dicono che il Bari segna poco...
"Dobbiamo migliorare nella capacità di concretizzare al massimo ciò che creiamo, ci siamo riusciti solo un paio di volte. Bisogna guardare alla Pro Vercelli, hanno il capocannoniere del campionato ma anche diversi calciatori che vanno a segno. Son convinto che presto anche da noi si sbloccheranno i centrocampisti, che fin qui hanno segnato poco".

Bellomo, le piace così o lo vorrebbe più 'strafottente'?
"Di Nicola sono contentissimo. Ora è un centrocampista. Prima aveva alcune caratteristiche, ora sta aggiungendo il ruolo della mezz'ala. Stiamo aspettando il suo primo gol".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento