Bari, Nicola: "Classifica giusta: per recuperare punti ci vuole umiltà"

Il tecnico del Bari alla vigilia della partita col Carpi: "Oggi la nostra posizione rispecchia il nostro valore, a noi il compito di cambiare le cose". Contro i romagnoli ci sarà Wolski

Davide Nicola

Domani pomeriggio alle 15 al San Nicola arriva il Carpi, inaspettata capolista della Serie B, che ha ben 11 punti in più rispetto al Bari. Una prova difficile per i biancorossi, che però devono assolutamente riscattare il passo falso di Bologna e cercare di mettere da parte più punti possibili di qui alla sosta del campionato. Di questo e altro ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei galletti Davide Nicola. Ecco le sue risposte ai cronisti presenti.

Vietato sbagliare...
"Ho fatto vedere ai ragazzi cosa abbiamo sbagliato a Bologna, stiamo inquadrando il nostro percorso di miglioramento. Bisogna valutare tutti i giocatori della rosa e soprattutto fare punti. Il Bari attualmente vale 19 punti, il Carpi ne ha 30. Adesso faranno fatica a nascondersi, ora devono mantenersi su questi livelli. Noi invece dobbiamo solo avere consapevolezza: abbiamo bisogno di essere umili e prendere questa partita contro i primi con la voglia di chi può migliorare l'aspetto mentale. Sono una squadra che lotta e corre e fa il miglior possesso palla della Serie B"

Come mai una volta sotto fate fatica a reagire?
"Nella partita col Bologna non ci siamo spenti. Nel secondo tempo siamo stati pericolosi, ci è mancato l'ultimo passaggio. Ci siamo un po' disuniti, sfilacciati. Ci è mancata pazienza".

Quali sono i traguardi che vuole raggiungere al più presto?
"3 obiettivi: capire i valori dei ragazzi, recuperare punti, farmi conoscere dai giocatori".  

Quanti punti vorresti fare?
"Tutti, ma sono realista. Non serve chiamarsi Bari, sentirci dire che siamo bravi. Bisogna dimostrare sul campo"

Defendi e Donati? Filippini?
"Donati è affaticato, Massimo ha una personalità positiva sia in campo che fuori. Cambiando metodologia di lavoro ha avuto qualche problema di affaticamento, ma sarà in campo. Defendi è out, ha una distorsione, mi spiace per lui. Però abbiamo altri giocatori, quindi il problema è risolto. Possiamo scoprire le potenzialità di altri giocatori. Filippini può giocarsela con Sabelli e Salviato".

Il Carpi ha il suo punto di forza nella fase difensiva, come pensa di fargli male?
"Abbiamo tante lacune, ma voglio scoprire se sono lacune dovute al carattere e non esclusivamente ad aspetti tecnici. Il Carpi è forte dietro ma ha fatto 30 gol, quindi sono bravi dietro e forti avanti. La prima qualità da metterci è che non posso essere da meno nell'apporccio nella rabbia, magari giocare meno bene dal punto di vista estetico, ma metterci umiltà e praticità. Dobbiamo ripetere quanto di buono visto a Bologna. Qui si tratta di far capire alla gente che vogliamo dare tutto".

La sua differenza d'età con Castori può fare la differenza?
"Castori allena da tanto, io vengo da un'altra scuola. Lui sta facendo bene, benissimo. Ha avuto anche periodi in cui ha fatto meno bene, ma ora sta facendo un gran lavoro".

Fase difensiva?
"Dobbiamo essere più determinati quando la palla si avvicina alla nostra area. Bisogna essere più aggressivi, ma trovare un compromesso. Bisogna giocare d'anticipo. Sulla fase difensiva, questo è un problema generazionale, si potrebbe estendere ad altri contesti. Il difensore moderno interpreta lo spazio a modo suo, noi lavoriamo poco sull'anticipo. E' un problema di sicurezza. Vincere gli uno contro uno non è semplice. Penso che il modulo attuale possa dargli più sicurezza. Dobbiamo avere un atteggiamento più distaccato, prendere le giuste decisioni".

Sabelli a destra o a sinistra?
"Come tutti i destri si diverte a sinistra, ma essendo ancora molto giovane deve imparare a essere più ordinato. Sa che c'è sempre un metro da conquistare è trascinante da questo punto di vista,

Wolski?
"Sarà titolare. Non lo conosco benissimo, è molto educato, è taciturno ma fa anche delle battute. E' bravo a smarcarsi, ma in questa categoria può valere poco. Lui dev'essere bravo a dimostrare che Wolski è ciò che crede"

Stevanovic?
"Ha qualità straordinare, crossa benissimo in corsa, ha strappo. Ma deve capire cosa vuole fare, chi vuole diventare. Può migliorare tantissimo, ma deve farlo rapidamente se vuole diventare un gran giocatore".

Cambierà qualcosa dietro?
"Non cambio per via degli errori tecnici, se l'errore è perpetrato ed è frutto di un coinvolgimento emotivo il discorso è diverso. Guardo ai nostri interessi".

Domani è San Nicola... come la vede?
"Sono contento che sia la festa dei baresi, però non credo alle coincidenze. Che vengano liberi, leggeri"

Come lavora per arginare la grinta del Carpi?
"Credo molto all'ordine tattico, bisogna occupare bene gli spazi. Essere sereni distaccati"

Oltre a Wolski e Donati?
"Donnarumma e Contini"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento