Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Bari, Defendi: "Ogni annata fa storia a sé. Questa squadra può dare di più"

Il vice-capitano in conferenza stampa: "Difficile fare paragoni col passato, ogni anno c'è qualcosa di nuovo. Possiamo migliorare. Catania partita dura ma andiamo lì per vincere"

Marino Defendi

Sembra tornata la calma in casa Bari, dopo il movimentato postpartita contro il Modena.

Ieri sera, il tecnico Devis Mangia ha incontrato a cena in un ristorante barese alcuni giornalisti appartenenti al mondo della carta stampata e radiotelevisiva . Restano sconosciuti sia il motivo sia il criterio con cui sono stati formulati gli inviti per questa cena, fatto sta che sembra difficile non cogliere un collegamento con la lettera aperta scritta da Gianluca Paparesta dopo i fischi del San Nicola.

In ogni caso, l'atmosfera nell'ambiente biancorosso, sembra più serena, così come dimostrato da un sorridente Marino Defendi, intervenuto in conferenza stampa in tarda mattinata. Queste le sue risposte ai cronisti presenti:

Come giudichi i primi 7 turni del tuo campionato?
"E' stato un crescere, penso. Nell'ultima partita mi sono fatto un po' travolgere dalle emozioni, ho fatto un errore da ragazzino (si riferisce al gol sbagliato contro il Modena ndr)".

Il Bari ha segnato 7 gol, un po' poco. L'anno scorso mancava Caputo: quali sono i problemi oggi?
"Non parlerei di problemi. Siamo in linea con l'anno scorso. Anche la passata stagione abbiamo avuto un inizio stentato, per adesso ci manca il passo. Facciamo trenta e non trentuno, ma ci stiamo lavorando su. Miglioreremo. Questa squadra può dare di più. Verrà col tempo, anche se il tempo non è molto. Già domenica, col Catania, dovremo fare una partita diversa. Dovremo essere più convinti nel finalizzare".

Al Bari mancano tiratori dalla lunga distanza...
"Portiamo molto la palla, essendo più forti nello stretto, nel breve, proviamo di più a puntare l'uomo. Non è questo il problema. Ci proviamo tante volte ma facciamo pochi gol, ma possiamo lavorarci".

L'anno scorso hai realizzato 5 gol. Attualmente sei ancora a secco...
"Sì mi da un po' fastidio (ride ndr). Ci sono stati anche episodi sfortunati come la traversa di Lanciano, una parata incredibile a Vicenza. Il calcio è anche questo, si gioca 11 contro 11, ci sta che il portiere faccia il suo lavoro".

Sei un giocatore 'tuttofare', ti piace questa identità?
"Sono felice che il mister veda in me un giocatore disponibile in più zone del campo".

Preferiresti giocare in un ruolo in particolare?
"Normale ci sia un ruollo in ci si sente più a proprio agio. Ma mi posso adattare... Come ho sempre detto, non ho problemi, se il mister mi chiede di fare qualcosa la faccio senza problema".

Come vedi la partita di domenica col Catania?
"Sarà dura, perchè anche loro non vengono da un periodo felice. Vorranno far bene, cercheranno di vincere, ma anche noi andiamo a Catania per vincere. Ci serve trovare una vittoria che ci dia slancio".

Cosa vi impedisce di volare come lo scorso anno?
"Penso dipenda dal fatto che ogni anno fa storia a se, Così come ogni volta che finisce una partita, ce la si mette alle spalle, abbiamo fatto lo stesso con la passata stagione".. 

E' Improponibile, dunque, l'accostamento con l'anno scorso...
"Senza dubbio"

Tu e i reduci dello scorso anno avete già vissuto una situazione difficile, siete abituati. Come la vivono, invece, i nuovi arrivati?
"Siamo sereni, è la cosa che conta di più. Continuiamo a giocare, a seguire un tipo di percorso. Da inizio ritiro abbiamo in mente un tipo di discorso da seguire. Dobbiamo stare sul pezzo e puntare a quello, senza farci prendere dagli incidenti di percorso. Dobbiamo restare noi, come squadra e portare il tutto fino alla fine. Non bisogna perdere razionalità e fiducia"

Sentite eccessivamente la responsabilità...
"Ma non credo, perchè altrimenti, parlando dei nuovi, non avrebbero accettato di venire qui. Accettando una sfida del genere si accettano anche le difficotà che ne derivano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, Defendi: "Ogni annata fa storia a sé. Questa squadra può dare di più"

BariToday è in caricamento