Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport Carbonara / Strada Torrebella

Bari, parla Antonelli: "Qualche errore è stato fatto ma ci sono anche note positive"

Il direttore sportivo biancorosso in conferenza stampa: "Se siamo dove siamo in classifica è evidente che qualcosa non ha funzionato. Mercato? Parlo ogni giorno con mister Nicola"

Ciccio Caputo

Questa mattina nella sala stampa dello Stadio San Nicola era atteso il capitano Ciccio Caputo, invece, un po' a sorpresa s'è presentato il Direttore sportivo, Stefano Antonelli, che non parlava in conferenza stampa da circa tre mesi.

All'epoca c'era ancora Devis Mangia, oggi invece sulla panchina biancorossa siede Davide Nicola, ed è proprio con il nuovo tecnico che Antonelli si sta confrontando per stabilire le strategie di mercato di gennaio. Rivediamo le risposte del ds ai cronisti presenti:

Bisogna correre ai ripari...
"Siamo arrivati ad un momento in cui faremo le nostre riflessioni. Abbiamo un allenatore che è con noi da poco, ci confrontiamo quotidianamente. Ci siamo dati dei tempi, lui ha chiesto dei tempi per conoscere la squadra e capire dove intervenire. Per ora siamo concentrati sul campo e ad esso penseremo fino almeno alla partita col Brescia. Poi ci siederemo ad un tavolo per parlare".

Il campionato però ha dato i suoi primi verdetti...
"Sì ci ha dato delle risposte diverse. Qualcosa non è andato, sarei poco intelligente a dire il contrario. Il 2 settembre però era difficile pensare che questa squadra potesse non far bene. Nelle gerarchie eravamo dietro solo al Catania... Qualcosa non ha funzionato, ora con responsabilità dobbiamo lavorare, ma lasciamo prima valutare all'allenatore".

Un rinforzo per reparto?
"Potrebbero essere 3, 4, ma io dal punto di vista dirigenziale devo confrontarmi con la proprietà".

Come ha vissuto l'esonero di Mangia? Si è sentito messo in discussione?
"Mi metto in discussione tutti i giorni, è giusto farlo quando i risultati non arrivano. La proprietà mi ha dato sempre testimonianza di grande fiducia, lo testimonia il fatto che sono qui. Anche alla presentazione di mister Nicola, l'orientamento era quello"

Budget?
"Non c'è un budget, non abbiamo ancora parlato di questioni economiche"

Cosa si è sbagliato secondo lei?
"Se oggi siamo a 19 punti, qualcosa non ha funzionato, ma non nei singoli... Abbiamo un gruppo importante, ne siamo convinti. Lo pensano anche gli addetti ai lavori. Vogliamo legarci al gruppo di testa. Le vostre analisi possono essere condivisibili, tutti dovevamo fare di più. Qualche errore è stato fatto"

Quali rinforzi?
"Ceppitelli è andato in A, non ha mai fatto parte dell'organico. Se Polenta non sta qui era perché credevamo di avere un organico completo. Contini ad esempio era stato bollato come il meno esaltante, e invece è quello che sta rendendo di più. Dobbiamo migliorarci dal punto di vista caratteriale. Abbiamo perso alcune gare soprattutto per questo ultimo aspetto"

Senza punta centrale è dura...
"Confrontandoci con il tecnico, lui disse che non riteneva necessario avere un'altra punta in squadra. Credo sia anche inelligente ammettere i propri errori, a giochi fatti, un calciatore lì davanti è mancato. Dirlo non cancella il lavoro fatto. Noi siamo convinti come lo è il mister che l'organico possa garantirgli un organico da protagonista. Anche lui è convinto di avere un organico di qualità".

Polenta?
"Non ho mai parlato con lui personalmente, conosco molto bene il suo agente Pablo Betancourt, non ho mai detto nulla di negativo su Polenta. La valutazione tecnica su di lui al momento era quella. Oggi non dico né no, né sì. Oggi diamo a Nicola il tempo di valutare. Vogliamo avere le idee chiare su cosa fare. Vogliamo avere giocatori funzionali alla causa".

Tanti calciatori hanno giocato fuori ruolo...
"Evidentemente anche in questa nuova gestione qualcosa sta cambiando. Abbiamo visto l'esordio di Filippini, Minala. Nicola ha resettato tutto"

Rossini?
"Non è un problema di rescissione, è una questione di sensibilità. Rossini non giocherà più col Bari, ma è di proprietà del Sassuolo, quindi saranno aspetti che affronteranno loro"

Dove interverrà il Bari?
"Ho delle idee, altrimenti non farei il direttore sportivo. Sento Nicola quotidianamente, noi ci siamo dati tempi per far conoscere il gruppo al tecnico. Bisogna capire quali caratteristiche dovranno avere i nuovi acquisti. Abbiamo delle idee, ma ho ancora bisogno del confronto col mister".

Coda?
"Fu menzionato nelle ultime ore di mercato, ma nel suo organico Mangia riteneva idonea la rosa. L'organico era ritenuto ed è ancora ritenuto competitivo e importante. Sul discorso della palla a terra. I contratti dovevano essere firmati dopo una certa partita. Se vogliamo farlo andiamo su e firmiamo, se vogliamo farlo in un altro momento più positivo è meglio. Abbiamo già degli accordi verbali con dei calciatori, ma non mi sembra giusto dire chi"

De Luca, Wolski e Stevanovic: sono ancora in tempo per avere un ruolo da protagonisti?
"De Luca ha fatto 4 gol, anche lui si aspettava di più da sé stesso, ma siamo contenti. Stevanovic sta trovando continuità, a Palermo non ne aveva. Wolski era ritenuto un valore aggiunto, lo pensiamo anche adesso, calarsi nel campionato cadetto può non essere facile, ma ha valore assoluto. Si tratta di sperare in un click mentale"

Il Bari può trovare continuità?
"Abbiamo fatto 70' importanti contro il Trapani, poi siamo andati in difficoltà. Col Bologna abbiamo fatto un ottimo primo tempo, e sono comunque tra i più forti che abbiamo affrontato"

I rinnovi centrano poco con le cattive prestazioni?
"So cosa hanno detto i ragazzi, ma so anche cosa ci siamo detti noi. Abbiamo l'accordo quasi con tutti. Solo con uno non abbiamo ancora raggiunto l'intesa. La proprietà ha dato massima disponibilità a tutti i ragazzi".

Tasselli mancanti disse Mangia...
"La prima cosa che mi disse fu che non era riferito al mercato. Ho grande stima di lui. Mi chiamò lui stesso per dirmi che QUEL GIORNO gli mancavano dei tasselli per la formazione che voleva".

Qual è stato il rapporto con lo spogliatoio?
"Romizi ha fatto una chat, e gli hanno chiesto un pregio e un difetto. Sui difetti non sapeva che dire, e disse "Ci piacerebbe stesse di più con noi". Ho saltato un solo allenamento e i giorni del mercato. Chiedete a Romizi... è stata una risposta giocosa"

Mangia ha parlato male di Minala, secondo alcune voci andrà via a gennaio?
"E' una notizia anche per me. Se ci fossero motivi disciplinari prenderemmo delle iniziative, a oggi non ci sono questi orientamenti. Non posso dire se andrà via a gennaio. Abbiamo un settore giovanile costruito da zero, abbiamo 7 nazionali di categoria. Tanti ragazzi promettenti come Sabelli sono di proprietà del Bari, stiamo costruendo con passione, capacità e passionalità. Siamo convinti di poter lavorare. E' un continuo crescere di migliorie e strutture. Speravamo di avere qualche punto in più, ci miglioreremo"

Pavoletti?
"Ci abbiamo pensato ma non era avvicinabile. Oggi è difficile prenderlo: ha diverse richieste anche dalla A, è difficile che venga a Bari"

C'è un errore specifico che ha fatto e non rifarebbe?
"C'è ma me lo tengo stretto per me. Se abbiamo 19 punti e non 25 o 26, qualcosa non ha funzionato. Dire il contrario mi sembra un'offesa ai tifosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, parla Antonelli: "Qualche errore è stato fatto ma ci sono anche note positive"

BariToday è in caricamento