Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Prezzi ridotti per Bari-Lanciano | Intanto la società apre ai tifosi

Cinque euro in curva e dieci in tribuna est, più la formula simbolica a 1 euro. La società desidera l'affetto dei tifosi e apre alla petizione popolare

il logo del club

Con la testa al Lanciano, ma non solo. I galletti si preparano alla prossima sfida contro la squadra dell'indimenticato ex Carmine Gautieri decisi a invertire la rotta e tornare a mettere punti in cascina.

Per l'occasione sono state predisposte delle misure scontate per l'acquisto dei biglietti. Solo 5 euro per le curve e 10 per la tribuna est. Inoltre chi è già abbonato potrà portare un amico allo stadio al costo simbolico di 1 euro.

Una simpatica iniziativa per cercare di riportare la gente allo stadio. Si perchè, se il presente merita attenzione, la società biancorossa sembra guardare con attenzione anche al futuro, come ha lei stessa dichiarato sul proprio sito internet ufficiale, con un comunicato che riportiamo integralmente.

"L’A.S. Bari S.p.a., proseguendo le iniziative già intraprese in occasione dell’avvio della presente stagione sportiva, intende favorire ogni azione diretta a migliorare il dialogo con la tifoseria, per lo meno al fine di garantire il massimo sostegno possibile alla squadra in questa delicata fase del campionato. Il mantenimento della categoria deve essere un obiettivo comune per chi tiene veramente alle sorti della propria squadra, sia pure nel rispetto di ogni critica ed opinione dissenziente sull’operato della società.
La squadra ha adesso bisogno del calore di tutti i tifosi, anche di quelli che hanno deciso di manifestare la loro forma di contestazione per mezzo dell’assenza o peggio ancora del disinteresse, pur serbando nel loro cuore l’amore per i colori biancorossi che ha sempre contraddistinto l’intera popolazione barese. E’ tempo, ora, di abbandonare ogni presa di posizione e far rivivere attivamente tali sentimenti. L’A.S. Bari S.p.a., per quanto di propria competenza, sta seguendo con estrema attenzione ogni iniziativa della tifoseria, inclusa la recente petizione popolare diretta a stimolare e favorire il passaggio di proprietà, anche a mezzo della sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni, e ribadisce la disponibilità dei propri rappresentanti a partecipare ad ogni forma di dialogo finalizzato al raggiungimento di tale obiettivo. Nel frattempo, poiché la squadra merita tutti i suoi tifosi, sarebbe un grande segno di forza ed affetto, anche da parte di tutti coloro che nel tempo si sono da essa allontanati per polemica verso la società, far seguire alla sottoscrizione della petizione la propria presenza attiva allo stadio per accompagnare i nostri giovani calciatori in ogni momento delle prossime sfide e sostenerli con il proverbiale ed indimenticato calore dell’intera tifoseria. A tal fine, non è necessario un notevole sacrificio economico perchè l’A.S. Bari S.p.a., venendo incontro alle richieste provenienti da una parte della tifoseria, ha deciso di stabilire alcune ulteriori agevolazioni in occasione della prossima partita interna con il Lanciano. Occorre soltanto la presenza e soprattutto il calore di cui ciascun tifoso barese è notoriamente capace, a cominciare da tutti coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento. Pertanto l’A.S. Bari S.p.a. rivolge un accorato invito a tutti i suoi numerosi tifosi, di ogni età e di qualunque convinzione, di partecipare alla prossima partita interna con il Lanciano e di mostrare ancora una volta all’intera città di quanto ancora sia forte e mai sopito l’amore per la Bari. Avanti tifosi !"

Esplicito dunque il riferimento alla petizione popolare di "La Bari siamo noi" di cui abbiamo parlato la settimana scorsa. Una petizione che va avanti e che il prossimo 4 maggio dovrebbe prevedere nuovi "banchetti firmatori" per l'apposizione da parte della gente della propria firma a sostegno dell'iniziativa.

Una petizione che, lo ricordiamo, ha dalla sua nomi eccellenti del panorama sportivo nostrano, tra cui quello di Antonio Di Gennaro, regista di un Bari ben più glorioso di questo, e rimasto affezionato ai colori biancorossi.

Di seguito riportiamo alcuni suoi stralci relativi ad un'intervista da lui rilasciata nei giorni scorsi per il sito sportivo www.palogoal.it (che potrete leggere interamente cliccando su questo link https://www.palogoal.it/2013/04/la-parola-allesperto-antonio-di-gennaro/) dove l’attuale commentatore di Sky Sport dice la sua proprio su questa petizione:

E’ quello che da sempre sostiene il tifoso biancorosso, da anni impegnato con iniziative volte alla riqualificazione di quello che ormai si definisce il “problema Bari”. Tu sei tra i primi firmatari della petizione di “La Bari siamo noi”, forse la più civile e costruttiva tra tutte.

“Si, ha la grande qualità di non porsi in contrasto con nessuno. Peccato tutto questo scetticismo intorno. A breve ci dovrebbe essere un incontro con istituzioni e proprietà. Non si sa se saranno raggiunti dei risultati, ma l’importante è tentare, altrimenti non si arriva da nessuna parte. Quel che va capito è che il tifoso va valorizzato, perchè è sempre stato l’uomo in più del Bari. L’obiettivo deve essere quello di creare una società modello, la cui programmazione duri nel tempo. Intendiamoci: io non ce l’ho affatto con i Matarrese, nè con Angelozzi, ma non posso fare a meno di osservare che quando arrivò Perinetti a Bari si tornò a respirare un certo tipo di calcio e di noi si parlava positivamente non solo in Italia. Serve la giusta programmazione insomma, e nel dire questo non c’è nulla di male. E’ chiaro che ora è difficile, anche perchè ci sono i debiti, ma da qualche parte bisogna ripartire, perchè il Bari da due anni è impegnato per non retrocedere in serie C e non è assolutamente questa la sua dimensione. L’iniziativa è per sensibilizzare, per invitare a riqualificare tutto, bisogna capire che qui c’è una realtà importante”.

A questo punto la palla passa a società, istituzioni e possibile nuova cordata. Chiaro che servirà un tavolo comune per riflettere sull’iniziativa e sull’eventuale passaggio del testimone. Prima di allora ci asteniamo dall’esprimere giudizi di ogni sorta, augurandoci che qualunque strada si prenda sia quella più vantaggiosa per gli interessi della tifoseria e della giusta dimensione che questa squadra deve avere nel calcio che conta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi ridotti per Bari-Lanciano | Intanto la società apre ai tifosi

BariToday è in caricamento