Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Sogno play-off e asta: per il Bari è il momento della verità

In poco pù di dodici ore, il club biancorosso potrebbe conoscere il suo futuro a breve e lungo termine. Oltre 30mila tifosi al San Nicola per il match di stasera contro il Latina. Domani alle 11, in Tribunale, si scopriranno le carte

La lunga settimana di attesa è giunta al termine. In poco più di 12 ore, il Bari si giocherà una fetta importante del proprio futuro, Nel breve termine il sogno play-off passa necessariamente dalla gara di questa sera in un San Nicola ribollente di passione, con 30mila tifosi pronti a sospingere la squadra di Alberti nel colpaccio sul Latina. Una marea di tifosi vestiti di bianco e rosso, come chiesto dai giocatori nel video virale messo in rete qualche giorno fa.

L'atmosfera sarà decisamente elettrica, ma la mente è anche proiettata all'asta di domattina. Dopo tante parole, è arrivato il momento di presentare ufficialmente la busta contenente i requisiti di partecipazione all'asta per rilevare la fallita As Bari. Il pessimismo delle ultime ore, sull'effettivo impegno di almeno una delle 4 società costituite per prendere parte all'incanto, può essere fondato, ma fino a un certo punto. C'è tempo fino alle 10 di domani, infatti, per consegnare l'acconto da 3 milioni di euro richiesto dal giudice Anna De Simone ed è presumibilmente il momento in cui il silenzio è d'oro per non condizionare i propri avversari. Un lavoro a riflettori spenti che sta tenendo sulle spine la tifoseria, necessario in ottica strategica.

Se è vero che i ricchissimi oligarchi russi scovati da Paparesta, avrebbero le mani legate per via delle sanzioni imposte dall 'Occidente a seguito della crisi in Ucraina, non è affatto sicuro che l'ex arbitro e il suo socio, Fabio Sperduti, si presentino senza un piano B, di matrice tricolore. Situazione bloccata anche per la Ssc messa su dal Fondo Londinese Edra, con la consulenza del procuratore Di Campli: i referenti sembrerebbero in attesa del danaro per procedere.

Defilati invece, secondo voci, il gruppo turco che non avrebbe avuto garanzie certe dalle istituzioni per dispiegare un progetto sportivo a 360°, e il progetto di Ghirardini, di dimensione economica differente e ridotta rispetto alle altre. Nel caso l'asta non dovesse avere successo, il giudice De Simone ne predisporrà un'altra a stretto giro, senza, probabilmente, rivedere al ribasso la stima dell'As Bari. Domani ne sapremo di più, in un clima di forti aspettative, tanto da predisporre l'ingresso nell'aula, al 5° piano del vecchio Palazzo di Giustizia, solo agli interessati e ai giornalisti accreditati. Il gioco delle parti sta per terminare: è il momento di scoprire le carte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sogno play-off e asta: per il Bari è il momento della verità

BariToday è in caricamento