Sport

Bari, Ligi: "La squadra è in crescita, ripartiamo dal secondo tempo di Lanciano"

Il difensore arrivato in estate dal Crotone sui limiti della difesa biancorossa: "A volte siamo stati meno cattivi degli avversari ma siamo stati anche sfortunati negli episodi"

Alessandro Ligi

Dopo Marco Romizi, è toccato ad Alessandro Ligi presentarsi in sala stampa per continuare l'analisi del momento del Bari, e l'inizio dei preparativi che porteranno alla sfida di sabato pomeriggio al San Nicola, dove arriverà il Modena di Novellino.


Difesa sul banco degli imputati...
"Normale che quando le cose non vanno bene come si sperava, da che mondo è mondo c'è la difesa. Io penso che sia un atteggiamento generale della squadra, che contro il Lanciano è già stato diverso, siamo stati positivi, abbiamo avuto l'atteggiamento giusto. Siamo riusciti a riacciuffare il risultato una volta sotto, e poi il Lanciano era chiuso. Neanche gli episodi ci girano bene, vedi la traversa di Defendi. Abbiamo avuto occasioni con Caputo. Gli episodi non ci aiutano, ma dobbiamo fare del nostro meglio perchè cio accada. Lanciano deve essere visto come un punto di partenza".

I titolari vengono ruotati molto spesso, come mai?
"Ci sono due titolari per ruolo, tutti sono pronti, tutti danno il massimo. Il mister schiera di volta in volta la squadra che secondo lui può dare il risultato migliore".

Per voi fa lo stesso?
"Siamo stimolati a dare il meglio in ogni allenamento. Anche chi gioca meno può essere titolare, per me è una cosa positiva".

Ci sono dei cali di tensione?
"Se si fa una statistica e si vede la stragrande maggioranza dei gol nel calcio, molti sono su palla inattiva. Dobbiamo essere più concentrati. Il Lanciano sfrutta bene le palle inattive, c'è stata non dico una disattenzione, ma dopo l'intervento di Donnarumma il pallone è finito sulla testa di Cerri... Si poteva fare di più. su questo lavoriamo"

Gli avversari sono più cattivi
"Probabile, ma ci sono alcune circostanze in cui gli avversari sono stati più bravi. Non penso che i gol siano stati regalati, si potevano evitare"

Rispetto a ciò che ti eri immaginato quanto si discosta questo inizio di stagione?
"E' l'atteggiamento generale della squadra che ricade sui singoli. Dobbiamo ripartire dall'atteggiamento, sotto di un gol siamo riusciti a fare la partita. Loro sono stati tutto il tempo a difendersi, noi palla a terra, palla tra le linee. Difendiamo alti, perciò a volte subiamo le ripartenze. Bisogna migliorare sotto il profilo della concentrazione. Cambiando tutta la squadra ci può stare un avvio a rilento

Avvertite la pressione?
"No, ci sono grandi aspettative, ma non è una pressione, quanto una motivazione. Faremo il possibile per portare più gente allo stadio

Qual è il clima che si respira nella spogliatoio?
"Di fiducia. sappiamo possiamo migliorare, lavoriamo a testa bassa senza farci distrarre".

La squadra prende tanti gialli?
"Alcuni gialli sono evitabili, magari anche per atteggiamenti, bisogna essere più aggressivi e attaccati all'uomo. La dimostrazione che la squadra è aggressiva e non ci sta a perdere la palla. E' un momento, le cose cambieranno".

Che importanza ha la partita col Modena?
"La prossima partita è sempre la più importante, stiamo tranquilli facciamo il nostro gioco. Il gol può arrivare anche al 90', i risultati se il lavoro c'è arriveranno.

Avete già analizzato il Modena?
"Ancora no, ora abbiamo rivisto il match col Lanciano. Da domani, anzi, già da oggi, lavoreremo sul Modena".

Cambio modulo, cosa cambia in difesa?
"Non cambia nulla, non conta il modulo, prima era 4-4-2, ma non era lineare, visti i movimenti che voleva il mister dai centrocampisti. E' sempre una questione di atteggiamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, Ligi: "La squadra è in crescita, ripartiamo dal secondo tempo di Lanciano"

BariToday è in caricamento