Bari, Scala contro il verdetto della Lega Pro: "Il campo è e deve essere giudice sovrano"

Il direttore sportivo del Bari si accoda alle dichiarazioni del presidente De Laurentiis, ritenendo inaccettabile il criterio per la quarta promozione in Serie B adottato dall'Assemblea di Lega Pro

Matteo Scala

L'esito dell'Assemblea di Lega Pro del 7 maggio in cui è stata indicata la fine del campionato 2019-2020, impossibilitato a proseguire a causa dell'emergenza covid, è stato accolto con grande disappunto dal Bari.

A mandare su tutte le furie il club biancorosso è stato il criterio proposto per stabilire la quarta promozione in B, dopo quelle delle tre capoliste di ogni girone, Monza, Vicenza e Reggina. Il "merito sportivo" a cui fa riferimento il presidente della Lega Pro Ghirelli al momento premierebbe il Carpi, terza del Girone B, ma il presidente dei galletti Luigi De Laurentis ha già annunciato battaglia.

In giornata sono arrivate anche le dichiarazioni del ds biancorosso Matteo Scala, ex del Carpi: "Le parole del presidente sono state chiare: siamo pronti a giocare i playoff, nei tempi e nelle modalità che verranno stabilite. Serve un’attenta riflessione, lo ha detto anche il Presidente Ghirelli. Aspettiamo il giudizio del Consiglio Federale, quella della Lega Pro è una proposta, una proposta che per noi è inaccettabile. Abbiamo sempre chiesto di giocare; nessun aiuto o trucco, sebbene alla 26a saremmo la miglior seconda. Ci siamo attenuti alle disposizioni della Lega scendendo in campo a Catanzaro quando era stato già dichiarato il lockdown, quando altre squadre erano già ferme da tempo. Non abbiamo fatto una piega".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Bari vorrebbe chiudere la stagione sul campo, giocandosi le residue chance promozione: "Ci sono molte società che vogliono tornare in campo e noi non vogliamo mollare la presa; continuiamo ad allenarci, siamo tutti collegati, aspettiamo delle date. Siamo disponibili a rispettare tutti i protocolli del caso. Per partecipare a campionati prestigiosi bisogna averne capacità e forza. Il campo è e deve essere giudice sovrano, è la regola del calcio’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento