Sport

Sini, Crescenzi, Stoian e la 'Vipera': la rosa del Bari è (quasi) completa

Dopo gli ultimi tre acquisti pervenuti dalla Roma e in attesa dell'ufficialità dell'arrivo del bomber Mastronunzio, il Bari può dirsi completo in vista della prossima stagione alle porte. Sempre che non ci sia un ritocchino...

L'attaccante Salvatore Mastronunzio, prossimo acquisto del Bari

Siamo onesti: viste le premesse, nessuno si sarebbe aspettato a questo punto di vedere un Bari così. Considerando la pesante retrocessione e la consistente difficoltà economica in cui versava a giugno il club biancorosso, ipotizzare di costruire una squadra come quella messa nelle mani di Vincenzo Torrente attualmente, sembrava mera utopia. Era difficile, infatti, immaginare di disporre di un mix ben assortito di giovani di belle speranze e veterani in grado di fare la differenza per la serie cadetta. Il Bari di Angelozzi e Torrente, invece, pare avercela fatta: due settimane fa, facendo un resoconto sul mercato del club di via Torrebella, avevamo puntualizzato come il lavoro fatto in ottica mercato dalla dirigenza biancorossa fosse stato discretamente buono per centrocampo e attacco ma deficitario per il reparto difensivo visto che le corsie esterne del pacchetto arretrato erano ridotte all'osso. Ebbene, a distanza di pochi giorni, il Bari ha allungato (e piuttosto bene) la coperta corta che fino a qualche tempo fa non faceva dormire sonni tranquilli a Torrente. In settimana, infatti, il ds Angelozzi ha chiuso per due difensori giovani ma dalla grande prospettiva come Alessandro Crescenzi e Simone Sini: entrambi provenienti dalla Roma, i due, infatti, possono annoverare nel loro curriculum, nonostante la giovane età, l'esordio in serie A. Crescenzi ha vent'anni ed è un terzino destro capace di giocare anche sull'out mancino. Velocità e capacità di calcio sono le sue doti principali e le potenzialità del ragazzo sono evidenti anche dalle recenti esperienze: Crescenzi, infatti, è stato nella scorsa stagione un punto fermo sia del Crotone, squadra nella quale ha collezionato ben 33 presenze, sia dell'under 21 azzurra, maglia con la quale è sceso in campo già dieci volte. Ancora più giovane di Crescenzi è Simone Sini: classe '92, il giocatore è un mancino che nasce come centrale difensivo in grado, però, di occupare anche la corsia di sinistra. L'anno scorso era in prestito al Lecce, squadra che gli ha permesso per due volte di scendere in campo ed esordire così in massima serie. Sempre presente in tutte le nazionali giovanili, è diventato un punto fermo dell'under 19, selezione nella quale ha anche siglato una rete su rigore, a dimostrazione di come la tecnica sia una caratteristica presente nel suo dna calcistico. Con Sini e Crescenzi, quindi, il reparto arretrato biancorosso è pressoché completo anche se, volendo trovare il pelo nell'uovo, sarebbe utile un ulteriore esterno, magari in grado di giocare indifferentemente sia a destra che a sinistra, in modo tale da avere quattro giocatori duttili per il ruolo di esterno basso.
Decisamente completo, invece, il settore nevralgico del campo, specie se si aggiunge ai già presenti Scavone, Rivaldo, Defendi, Kopunek, Bellomo e Donati (molto probabilmente confermato) anche l'ultimo arrivo Adrian Marius Stoian. Proveniente pure lui dalla Roma, Stoian è un 20enne rumeno capace di giocare sia come esterno sinistro che come trequartista. E' un giocatore molto duttile che, come Crescenzi e Sini, ha già esordito in serie A nel 2008 contro la Juventus. L'anno scorso ha collezionato dodici presenze nel Pescara, dov'era in prestito, segnando anche una rete. Pure lui decisivo per la selezione under 19 del suo paese (11 presenze e 4 gol), ha iniziato ad affacciarsi nell'under 21 dove ha già esordito.

Dulcis in fundo, passiamo all'attacco: qui avevamo già detto della vasta gamma di giocatori a disposizione di Torrente, sebbene avessimo sottolineato la mancanza di un centravanti puro, un bomber d'area di rigore in grado di superare le dieci reti e fare la differenza. Detto fatto: a breve, infatti, il Bari chiuderà l'acquisto di Salvatore Mastronunzio, una garanzia per la serie cadetta. Più di cinquanta gol negli ultimi tre anni di B (due stagioni con l'Ancona e una col Siena) fanno dell'attaccante empolese di nascita il fiore all'occhiello del mercato biancorosso. Come confermato dal suo procuratore Franco Zavaglia, la trattativa per portare la 'Vipera' al San Nicola è agli sgoccioli e questo farà fare il definitivo salto di qualità alla rosa di Torrente.
A questo punto, è d'obbligo elogiare il lavoro della dirigenza biancorossa aspettando con ansia il resoconto del campo, magari puntando al ritorno immediato in serie A, obiettivo a dir poco impronunciabile un paio di mesi fa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sini, Crescenzi, Stoian e la 'Vipera': la rosa del Bari è (quasi) completa

BariToday è in caricamento