Sport

Calciomercato: tra ritorni e sorprese, Antonelli al lavoro per il nuovo Bari

Il nuovo diesse cercherà quanto prima di soddisfare le richieste di Mangia. Da lunedì ci saranno novità su alcune trattative. Intanto l'ex punta del Modena, strizza l'occhio ai biancorossi

La costruzione del nuovo Bari di mister Mangia potrebbe partire dall’arrivo di un attaccante. Le voci che vorrebbero Matteo Ardemagni con la maglia biancorossa, si infittiscono sempre di più. Conferme in tal senso, sono giunte anche dal suo entourage, con le dichiarazioni che l’agente Stefano Lombardi ha rilasciato alla redazione di tuttobari.com. “Solo una chiacchierata con la società” ha precisato Lombardi, ma la voglia del ragazzo di sposare il nuovo progetto biancorosso sembrerebbe tanta.

Lunedì si saprà qualcosa in merito a questa e ad altre trattative in essere, come ha annunciato lo stesso presidente Paparesta. Con il 4-4-2 offensivo che proporrà l’ex ct dell’Under 21, serviranno nuovi innesti in tutti i reparti, ma in particolare dalla cintola in su.

DIFESA - Si cercherà di ripartire da alcuni protagonisti della splendida cavalcata che ha condotto i biancorossi ad un passo dalla finale playoff. Incassata la dolorosa partenza di Ceppitelli, Antonelli punterà ad ottenere l’ennesimo ritorno di Polenta, magari in coppia con Chiosa, che il Torino sembra intenzionato a spedire un altro anno in seconda serie. Accanto a loro l’altro nome caldo è quello di Matteo Bianchetti, centrale difensivo in comproprietà tra Verona e Inter, che Mangia conosce bene avendolo allenato nell’Under 21. Difficile ipotizzare l’arrivo di tutti e tre, se così fosse, Antonelli sarà comunque costretto a cercare un altro centrale destro, essendo i tre succitati tutti mancini. Serviranno anche alternative sulle fasce a Sabelli e Calderoni, che anche nella prossima stagione saranno i titolari sulle corsie.

CENTROCAMPO – Le conferme di Romizi, Defendi e Sciaudone sono un buon punto di partenza. Ma è sulle fasce che serviranno degli interventi robusti. A Mangia piacciono le ali che appoggino costantemente la manovra offensiva, ma che lavorino anche in fase di non possesso. Stevanovic potrebbe essere un giocatore adatto al sistema di gioco che ha già conosciuto nell’esperienza al Torino con Ventura. E magari si potrebbe tentare per un ritorno di Nadarevic, che ha lasciato un gran bel ricordo nella sua seppur breve parentesi biancorossa. C’è poi da chiarire la posizione di Galano: esterno di centrocampo, o punta? Lo scopriremo già durante il ritiro.

ATTACCO – Caputo è il primo vero acquisto del Bari. Con Joao Silva offre già delle buone garanzie al tecnico, ma per affrontare un campionato lungo e dispendioso, servono alternative. Ed ecco che ritorna forte la candidatura di Ardemagni. Ancora due giorni e molte cose cominceranno ad essere più chiare.

Intanto la società ha annunciato di aver raggiunto un accordo commerciale con la MediaSportEvent. L’accordo prevede l’organizzazione dei ritiri estivi (amichevoli incluse) a partire da quelli di quest’anno che si svolgeranno a Pieve di Cadore e a Pizzoferrato.

27 CONVOCATI -  Per il ritiro di Pieve di Cadore, Mangia ha convocato 27 giocatori. La rosa ovviamente ha preso in prestito molti giocatori dal settore giovanile, in attesa che Antonelli perfezioni i primi acquisti. Di seguito l'elenco dei giocatori che partiranno per Pieve di Cadore 

Diego ALBADORO; Marco CALDERONI; Francesco CAPUTO; Marino DEFENDI; Giovanni DI NOIA; Cristian GALANO; Antonio GAMMONE; Enrico GUARNA; Vito LEONETTI; Lorenzo LONGO; Richard LUGO; Federico MASI; Mario MERCADANTE; Alessandro MIRARCO; Anthony PARTITILO; Daniel PENA; Federico PIZZUTELLI; Marco ROMIZI; Stefano SABELLI; Dembell SALL; Richard SAMNICK; Salvatore SANTERAMO; Giuseppe SCALERA; Daniele SCIAUDONE; Joao SILVA; Alessandro VOGLIACCO; Dimitrios VOSNAKIDIS.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato: tra ritorni e sorprese, Antonelli al lavoro per il nuovo Bari

BariToday è in caricamento