Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Paparesta annuncia: "Nei prossimi giorni uno o due innesti in attacco"

Il presidente biancorosso si è intrattenuto a parlare con i giornalisti prima della partenza per Bari. "Nicola è motivatissimo. Bianchi? Lo seguiamo, mentre Sapunaru non arriverà"

Prima di ripartire alla volta di Bari dopo il termine della prima fase del ritiro di Roccaporena, il presidente biancorosso Gianluca Paparesta (che aveva raggiunto l'Umbria ieri ndr), si è intrattenuto per una chiacchierata con i giornalisti presenti.

Il patron dei galletti ha rivelato le sue impressioni sulla preparazione svolta finora dai suoi e soprattutto ha fornito diverse indicazioni sulle operazioni in entrata e in uscita del mercato biancorosso. Di seguito le sue risposte ai cronisti:

Che idea si è fatto della squadra?
"
Ero in contatto quotidiano con Marangon e col mister. So quanto hanno lavorato i ragazzi. I frutti si vedranno durante la stagione. Nonostante i carichi di lavoro anche ieri hanno fatto una buona partita. Pian piano si procede verso gli obiettivi che ci eravamo posti".

Come ha trovato mister Nicola?
"L'ho trovato così come me lo aspettavo. Ero certo che il suo lavoro si sarebbe svolto al meglio impostandolo da inizio stagione. Era motivatissimo già in fase di programmazione del ritiro. Nulla viene lasciato al caso, quando si gioca a più di due tocchi inizia a farsi sentire. Vuole dare dei segnali che diventino automatici per ogni giocatore"

Mercato?
"
La priorità è l'attacco. Non nascondo che ci sono degli obiettivi che stiamo seguendo. Arriveranno una o due punte centrali, che si affiancheranno a quelle già presenti. Ritengo di comune accordo con il mister che ci voglia competizone nei ruoli. Non è una bocciatura nei confronti di chi già c'è ma serve per dare stimoli".

Bianchi? 
"Lo seguiamo. Per fortuna non sono venuti fuori i nomi di tutti quelli che seguiamo, altrimenti diventa difficile prenderli. Io voglio portarli qui per la fase di ritiro poi se ci riusciamo entro martedì sera per la presentazionemeglio ancora". 

Come vede l'umore dei tifosi?
"Ultimamente vedo un po' di raffreddamento, magari per il grande caldo che c'è in città (ride ndr). Noi stiamo facendo il nostro meglio. Abbonamenti? Vanno un po' a rilento, mi sorprende un po', ma come dicevo prima spero sia per il caldo estivo e non per la campagna ecquisti. L'abbonamento dovrebbe prescindere da queste logiche. Io sto creando le condizioni per far bene". 

Thiam?
"Era un obiettivo, era quasi acquisito, avevamo l'accordo con la Juve. Lui era in Senegal e tardava a rientrare, ma lui ha espresso il desiderio di giocare all'estero. E' vicino alla firma con un club straniero.

Sapunaru?
"E' venuto a Bari, era con me l'altro giorno, ma ha avuto problemi di carattere familiare, sono intervenuti fattori indipendenti da quelli tecnici ed economici. Non credo farà parte della nostra rosa. Poi abbiamo quei giocatori che siamo riusciti a riportare a Bari come De Luca e Contini. Avevano tante richieste, non è stato semplice. Per Rinaudo e Schiattarella stiamo valutando se portarli di nuovo a Bari".

La situazione di Galano?
"Non ci sono esigenze tali da doverci disfare di Galano. Di concerto con il procuratore, siamo rimasti d'accordo che qualora dovessero giungere richieste che soddisfiino il giocatore e noi, lo cederemo certamente. Altrimenti rimarrà con noi rivedendo il suo contratto perchè un giocatore come Galano lo merita".

Sabelli e Caputo?
"Hanno offerte, ci sono richieste ma non sono pari alle nostre aspettative. Noi non svendiamo giocatori, possiamo andare avanti così. Se arriveranno offerte congrue ci siederemo e ne parleremo. Partipilo?  E' un giovane su cui contiamo molto, fa parte del nostro progetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paparesta annuncia: "Nei prossimi giorni uno o due innesti in attacco"

BariToday è in caricamento