Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Gioca bene, poi soffre e alla fine vince. Siena Ko, è 2-1 al "San Nicola"

Pronti via e subito Joao Silva porta in vantaggio i biancorossi su assist di Nadarevic, migliore in campo. Raddoppia Defendi in chiusura di tempo. Nella ripresa Cappelluzzo dimezza il distacco, il Bari soffre ma tiene e porta a casa i tre punti. Espulso Valiani

Marino Defendi

Stavolta è bastato un tempo, un gran primo tempo disputato dal Bari per portare a casa i tre punti, e ritrovare il sorriso dinanzi ai propri tifosi. Contro il rimaneggiato Siena, i biancorossi vincono soffrendo, specie nell'ultima mezz'ora, ma non si cancella la grande prova offerta nella prima frazione, la grinta e lo spirito di sacrificio palesati da ogni singolo calciatore.

SUBITO GOL - Due settimane fa fu un gol di Maicon in apertura, a sconvolgere il match. Anche questa volta il cronometro non raggiunge il 2', prima che si gonfi la rete. Sono però i tifosi biancorossi a gioire, e ad accogliere con compiacimento il ritorno al gol di Joao Silva, bravo a correggere in rete il cross dell'inarrestabile Nadarevic, il migliore dei suoi.

Il Bari, proposto con il solito 4-3-3 e la novità di Polenta al posto di Chiosa, lascia che il Siena provi ad attaccare, con il preciso intento di colpire di rimessa. I bianconeri, costretti in extremis a fare a meno dell'attaccante Rosseti, si dispongono solo sulla carta con il 3-5-2. Perché ad affiancare i due fantasisti Fabbrini e Rosina, c'è Giacomazzi, in una rivisitazione non troppo riuscita dell'ispanico "falso nueve".
Il risultato è una manovra lenta ed improduttiva, resa ancor più sterile dalla straordinaria prova difensiva di tutto il Bari. Difesa compatta, centrocampo ben orchestrato dal rientrante Romizi, e attaccanti bravi sia ad attaccare che a far pressing sui portatori di palla avversari. Per la prima volta dopo tanto tempo, si vede una squadra vera, presente in ogni zona del campo, ed efficace in tutte le fasi di gioco.
Anche Galano si fa apprezzare per alcune chiusure da terzino puro, segno di uno spirito di sacrificio che coinvolge l'intero undici biancorosso. Lo stesso foggiano ha due occasioni per raddoppiare, prima al 18' con un colpo di testa deviato dalla difesa, poi con un tiro dalla distanza al 36', terminato a lato.
Per il Siena un solo mezzo pericolo creato, su calcio piazzato, con il colpo di testa del contestatissimo ex Belmonte, respinto in due tempi da Guarna.
Il Bari si chiude bene, aggredisce e riparte. La tenacia con la quale i giocatosi si fiondano su ogni pallone, è certificata dal gol di Defendi, giunto proprio rubando palla in area, beneficiando di uno sciagurato disimpegno della difesa bianconera. Il capitano è lucido nel freddare Farelli con un preciso esterno. Un gol in apertura, ed un altro in chiusura di tempo, così il Bari costruisce la sua vittoria.
SECONDO TEMPO - Beretta cerca di rendere più pungente l'attacco, e lancia il giovane Cappelluzzo al posto di Ceccarelli, con conseguente passaggio al 4-3-3. Il Bari però continua ad essere padrone della partita, ed esibisce un Nadarevic tirato a lucido, e devastante sulla corsia mancina. Vanno un po' meno bene le cose sull'altra corsia, dove Galano comincia a pressare un po' di meno, e Sabelli soffre le incursioni del duo Feddal-Fabbrini. Proprio da un'azione sulla corsia mancina (del Siena) all'11', nasce il gol di Cappelluzzo, che di testa anticipa Polenta e Ceppitelli, e traduce in gol lo splendido traversone di Fabbrini.
Un gol che cambia la partita, perché il Bari si fa travolgere dalle solite paure, e rischierebbe addirittura di capitolare dopo un minuto, se Rosina non spedisse a lato un altro traversone proveniente dalla sinistra. Alberti si cautela inserendo Lugo per Galano. Seguiranno Beltrame per Nadarevic e Zanon per Defendi. Tre cambi che portano il Bari a difendere una vittoria sofferta ma comunque meritata. Il Siena continuerà a stazionare nella trequarti biancorossa, senza trovare però il guizzo vincente, per una volta i cambi del tecnico dei galletti sortiscono gli effetti sperati. Sarà anzi Joao Silva a rischiare la clamorosa doppietta al 35', con una bordata dalla distanza, che accarezza solamente la traversa.
Finisce così, con il Siena sconfitto e in inferiorità numerica per il fallo di frustrazione di Valiani su Sciaudone, e il Bari che conquista una vittoria bella quanto meritata.

TABELLINO

BARI (4-3-3) Guarna; Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Defendi (42'st Zanon), Romizi, Sciaudone; Galano (20'st Lugo), Joao Silva, Nadarevic (31'st Beltrame). A disposizione: Pena, Samnick, Lores, Delvecchio, Cani, Chiosa. All. Alberti

SIENA (3-5-2) Farelli; Dellafiore, Belmonte, Ceccarelli (1'st Cappelluzzo); Angelo (39'st Beninelli), Pulzetti, Giacomazzi, Valiani, Feddal; Rosina, Fabbrini (24'st Spinazzola). A disposizione: Lamanna, Pamic, Vergassola, Mato Milos, Schiavone, Morero. All. Beretta

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

MARCATORI: 1'pt Joao Silva (B), 46'pt Defendi (B), 11'st Cappelluzzo (S)

AMMONITI: Belmonte (S), Polenta (B), Sciaudone (B), Defendi (B), Angelo (S), Cappelluzzo (S), Beltrame (B)

ESPULSI: 48'st Valiani (S) per gioco scorretto 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioca bene, poi soffre e alla fine vince. Siena Ko, è 2-1 al "San Nicola"

BariToday è in caricamento