Sport

Bari-Spezia 1-2, le pagelle: Ceppitelli e Chiosa, quanti errori!

I due centrali difensivi, protagonisti in negativo su entrambe le reti dei liguri. Male anche Guarna. Defendi lotta ma predica nel deserto, Fedato gol inutile

Il Bari cede in casa allo Spezia, nel giorno di Santo Stefano. Una sconfitta amara, per le modalità con le quali si è presentata, che pone molti interrogativi. Innanzitutto su giocatori come Fossati, che con l’espulsione ingenua che ha rimediato, beccherà la seconda squalifica in tre partite, come Chiosa e Ceppitelli, che sembrano aver smarrito la sicurezza di alcune settimane fa.

Se a queste problematiche, si sommano gli errori di Guarna, e i problemi di spogliatoio (Marotta escluso dopo un acceso diverbio con Zavettieri), le nubi sul futuro del Bari si infittiscono sempre più.

BARI (4-3-3) Guarna 5; Sabelli 5,5 (41’st Leonetti s.v.) Ceppitelli 5 Chiosa 4,5 Polenta 6; Defendi 6 Fossati 5 Sciaudone 5; Galano 6 Beltrame 5,5 (13’st Joao Silva 5,5) Fedato 6. A disposizione: Pena, Lugo, Vosnakidis, De Falco, Partipilo, Statella, Altobello. All. Alberti 5,5

Guarna 5 – Subisce reti da 16 gare di fila. Stavolta ci sono più colpe e meno attenuanti. Sulla punizione è evidente il ritardo nel tuffo, anche se la barriera non avrebbe dovuto aprirsi. Sul secondo gol sbaglia il tempo dell’uscita. Non il miglior modo per farsi rimpiangere dalla sua ex squadra

Sabelli 5,5 – Senza infamia né lode. Qualche sgroppata ma non incide sul gioco della squadra

Ceppitelli 5 – Una triste consuetudine i suoi errori, che cominciano a ripetersi con una preoccupante frequenza. Procura il fallo da cui si genera il primo gol, e dà l’abbrivio all’imbarazzante disimpegno che manderà Ebagua in porta

Chiosa 4,5 – Altro giocatore che sembra essersi smarrito. Il terreno di gioco è infame, ma la figuraccia che rimedia sul secondo go, è di quelle terribili

Polenta 6 – Non partecipa ai disastri dei suoi compari. E’ già un bene

Defendi 6 – Centrocampista tuttofare, anche nella fanghiglia del San Nicola, cerca di trascinare la sua squadra, ma predica nel deserto…di fango

Fossati 5 – Non demerita, pur calpestando un terreno che fa a cazzotti con le giocate sopraffine. L’espulsione è eccessiva sì, ma un giocatore già ammonito deve sapersi gestire

Sciaudone 5,5 – Vorrei ma non ci riesco. Il motto del suo match. Che le sirene di mercato abbiano offuscato il suo furore agonistico?

Galano 6 – Apprezzabile per come si smazza, anche in fase di copertura. In attacco, incide poco, ma per un giocatore con un fisico come il suo, l’attenuante del campo è molto valida

Beltrame 5,5 – Altro giocatore per il quale vale la giustificazione del terreno di gioco, al quale si aggiunge una questione tattica. Il ruolo di falso nueve già non gli calza benissimo, se poi lo deve ricoprire in una partita in cui si è giocato poco a calcio, le probabilità di emergere, si riducono ulteriormente

Fedato 6 – Accende le speranze biancorosse, con un tiro-cross che uccella l’incerto Leali. Peccato che il suo risveglio sia coinciso con l’assopimento di tutto il resto della squadra

Joao Silva 5,5 – Mezz’ora o poco più per far valere i suoi chili. Ci prova, ma gli esiti sono i soliti

Alberti 5,5 – Le colpe sono poche, gli episodi condizionano molto la gara. Però, la scelta di un attacco leggero su un terreno di gioco di fantozziana memoria, non è stata delle più lungimiranti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Spezia 1-2, le pagelle: Ceppitelli e Chiosa, quanti errori!

BariToday è in caricamento