Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Bari, Mangia: "Pressione? Penso solo a far rendere al meglio la squadra"

Dopo una settimana di ritiro torna a parlare il tecnico biancorosso di Devis Mangia: "Non dico nulla sulla formazione. Sento la fiducia della società. Pressione? Penso a fare il mio lavoro"

Devis Mangia

Dopo una settimana di ritiro a Castel di Sangro, seguita allo scivolone di Vercelli, il Bari è pronto a tornare in campo: domani sera alle 20:3 San Nicola c'è la Ternana. Del ritiro e della partita che chiuderà il tredicesimo turno di Serie B, ha parlato in conferenza stampa il tecnico Devis Mangia.

Bilancio di questo ritiro?
"La squadra ha lavorato bene, ma ha sempre lavorato"

Cosa ha percepito in questa settimana?
"Voglia di ripartire, di fare le cose meglio. Consapevolezza che si è fatto male in queste ultime settimane. Con loro a prescindere dal ritiro mi guardo negli occhi quotidianamente, certo lo stare insieme può far bene".

Due difensori esperti dietro... (Donati e Contini ndr)
"Intanto vediamo se sarà quella la scelta, è un'ipotesi ma abbiamo lavorato anche su cose normali, ovvero i difensori classici, Ligi-Contini, ieri è rientrato Camporese. Non c'è Calderoni e nemmeno Rossini, perchè io e la società gli abbiamo accordato un permesso per seri problemi personali. Ci sono situazioni che vanno ben aldilò del calcio. Chiudo qui per questioni di riservatezza del ragazzo".

Ternana in crisi di risultati, il Bari non è da meno. Che partita può venir fuori?
"E' una partita in cui si affrontano due squadre che passano un momento così, potrà essere una partita tesa. Per fare una gran partita ci vorrà determinazione".

Questa partita è più importante rispetto alle altre?
"Solo perché è la prima che arriva. Deve essere sempre così per una questione di mentalità. Qualsiasi evento deve essere preso con spunti positivi. Il ritiro è stato un modo di stare insieme e lavorare, ritrovare lo spirito perso nelle ultime partite".

Spirito ritrovato?
"In questi momenti le chiacchiere stanno a zero, è il campo che parla. La squadra ha alavorato e si è comportata bene sia in campo che fuori".

Ti aspettavi una visita del presidente?
"No, non ci ho neanche pensato. Ho pensato solo alla squadra, detto questo se non c'è stata la presenza fisica, ci è stato vicino telefonicamente. Ogni giorno ci siamo sentiti per parlare di come andava il ritiro. Il rapporto è molto buono, non ci sono assolutamente problemi".

Domani ci sarà parecchia gente, la squadra deve riscattarsi...
"Sabato abbiamo fatto una pessima figura, domani abbiamo l'opportunità di mostrare il contrario rispetto a quello che è successo nell'ultima partita. La voglia di fare è intatta"

C'è molta pressione su di voi, la avvertite?
"Penso a fare il mio lavoro: stare vicino alla squadra e cercare di metterla nelle migliori condizioni per esprimersi. Il resto non mi interessa".

Tridente offensivo?
"Sulle scelte non dico nulla. Anche i giocatori lo sapranno molto a ridosso della partita".

Le difficoltà della difesa?
"Dobbiamo provare a stare con la squadra più corta. A Vercelli il rigore ci ha fatto perdere equilibrio e autostima".

Come mai contro grandi bene e contro uccise male?
"Magari è un problema di testa, bisogna far meglio sotto il punto di vista dell'approccio".

Classifica corta...
"Mi interessa solo la partita di domani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, Mangia: "Pressione? Penso solo a far rendere al meglio la squadra"

BariToday è in caricamento