Sport

Bari verso Verona: Crescenzi e Romizi sulla via del recupero

Dopo la stop ai lavori dovuto alle festività pasquali, il Bari ha ripreso a lavorare in vista della difficile trasferta a Verona di sabato. Contro i gialloblu potrebbero tornare disponibili Crescenzi e Romizi. Si ferma, invece, Cavanda

Sono ripresi in casa Bari i lavori dopo le festività pasquali: i ragazzi agli ordini di Vincenzo Torrente, dopo l'1-1 ottenuto venerdì contro il Grosseto, affronteranno nel prossimo turno di campionato la difficile trasferta di sabato a Verona. Per Torrente la ripresa degli allenamenti ha portato in dote due liete notizie: alla seduta di ieri, infatti, hanno preso parte sia Crescenzi che Romizi che pare abbiano smaltito i rispettivi infortuni. Il terzino destro scuola Roma ha recuperato dal problema muscolare alla coscia destra che lo aveva costretto ai box nelle ultime due settimane mentre il centrocampista toscano si è mosso bene dopo il fastidio al ginocchio destro che lo ha tenuto fuori causa per due partite. Entrambi, quindi, si candidano per irprendere il loro posto nell'undici di partenza che sabato affronterà gli scaligeri. L'infermeria biancorossa, comunque, ha "accolto" ieri una nuova pedina: Luis Pedro Cavanda, infatti, ha fatto registrare un risentimento muscolare che lo ha bloccato e solo nei prossimi giorni si saprà se il belga potrà essere arruolabile per la trasferta veneta.

Dal canto loro, gli uomini di Mandorlini attraversano un ottimo momento di forma: nonostante la sconfitta patita in extremis sul campo del Brescia nello scorso turno di campionato, infatti, il Verona è attualmente terzo in classifica a soli 3 punti dal Torino capolista e ad una sola lunghezza dal Sassuolo secondo. Se ci si concentra sulle sole prestazioni del Bentegodi, poi, emerge come la compagine gialloblu sia impressionante fra le mura amiche: in diciassette gare giocate in casa, infatti, la compagnia di Mandorlini ha vinto ben 12 volte perdendo solo in 2 occasioni. Il ruolino di marcia casalingo dei veronesi è il migliore di tutta la serie B e, inoltre, possiede un record che dura dal primo novembre scorso: da quella data, turno di campionato numero tredici, gli scaligeri hanno vinto tutte le undici gare seguenti casalinghe. L'ultima squadra ad uscire indenne dal Bentegodi, infatti, è stata la Nocerina che a fine ottobre strappò un pareggio. Un dato allarmante per i galletti, quindi, che, però, potrebbero avere un aiutino dalla dea bendata: uno dei perni dello scacchiere tattico di Mandorlini, l'islandese Emil Hallfredsson, ha lavorato a parte ieri e potrebbe non recuperare per la gara di sabato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari verso Verona: Crescenzi e Romizi sulla via del recupero

BariToday è in caricamento