Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

'Zerobarriere' per la città: tra Pane e Pomodoro e lungomare è di scena il Triathlon

L'appuntamento ha visto la partecipazione di atleti con disabilità e normodotati. A premiare i vincitori il campione paralimpico di Rio 2016, Luca Mazzone

"Il coraggio, la deterimanazione, la voglia di vivere potete conoscerla attraverso i volti di queste straordinarie donne e uomini che oggi ci hanno dato una grande lezione di sport e di vita". E' il sindaco Antonio Decaro a commentare il successo di Bari Zerobarriere 2017, Grand Final Paratriathlon Series Trofeo CUS Triathlon, manifestazione che ha trasformato Pane e Pomodoro, e il lungomare in un grande spazio dedicato al Triathlon con la partecipazione di decine di atleti con disabilità e normodotati che si sono confrontati su un percorso 'sprint' con partenza e arrivo dalla spiaggia più famosa della città, attraverso tre specialità, 750 metri di nuoto, 20 km di ciclismo/handbike e podismo/carrozzina per 5 km. I vincitori sono stati premiati dal campione paralimpico Luca Mazzone, vincitore dell'oro nell'handbike a Rio 2016.

L'evento è stato organizzato dal CUS Bari e dalla cooperativa sociale ZeroBarriere, con il sostegno di Fondazione Puglia, in collaborazione con Puglia Promozione e con il patrocinio dell’assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, del Comune di Bari e dell’assessorato comunale allo Sport, dell’Università “Aldo Moro”, in collaborazione con FITRI nazionale e regionale, CONI Puglia e Comitato Italiano Paralimpico e con il supporto della scuola di ciclismo Franco Ballerini, LeZZanZare, scuola Cani Salvataggio Nautico e l’associazione Marta Russo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Zerobarriere' per la città: tra Pane e Pomodoro e lungomare è di scena il Triathlon

BariToday è in caricamento