rotate-mobile
Sport

Pescara-Bari con vigilia ad alta tensione: esplose bombe carta davanti all'albergo dei biancorossi

L'episodio è avvenuto nella notte: immediato l'intervento della Polizia. Un gruppo di pseudo-tifosi ha anche intonato cori contro i galletti. Ieri le scritte offensive sui muri della casa della famiglia Grosso

Un nuovo increscioso episodio ha funestato la vigilia di Pescara-Bari, incontro di Serie B in programma questo pomeriggio allo Stadio Adriatico della città abruzzese. Un gruppo di tifosi locali, la notte scorsa, si è avvicinato all'hotel dove alloggiavano i galletti, urlando cori contro i biancorossi, facendo anche due bombe carta che hanno spaventato lo staff e i giocatori baresi. Immediato l'intervento della Polizia. Ieri ignoti avevano imbrattato con scritte offensive e intimidatorie i muri esterni dell'abitazione dei familiari di Fabio Grosso a Spoltore (a pochi km da Pescara), con tanto di galletto morto appeso per il cancello d'ingresso.

Questa mattina, invece, sul lungomare a poca distanza sempre dall'hotel il collaboratore tecnico del Bari Loseto è stato aggredito da alcuni tifosi biancazzurri. Loseto stava passeggiando lungo la riviera nord quando ci sarebbe stato uno scambio verbale con alcuni tifosi pescaresi che lo avrebbero insultato armati di mazza da baseball.

(La notizia su IlPescara.it)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Bari con vigilia ad alta tensione: esplose bombe carta davanti all'albergo dei biancorossi

BariToday è in caricamento