Sport

Brescia-Bari 1-1 | A Ghezzal risponde Corvia

Biancorossi avanti col primo goal in campionato del franco-algerino Ghezzal. Nella ripresa Brescia trasformato e capitanato da Corvia, che trova la rete del pareggio

Un punto per parte. 1-1 come all'andata. A cambiare i marcatori. Il Brescia rimanda ancora l'appuntamento col successo casalingo, che deve ancora arrivare in questo campionato, ma trova un grande Corvia, al decimo goal stagionale, e sempre più leader di questa squadra. Il Bari muove ancora la classifica, in quello che si sapeva non essere un impegno semplice, ma può recriminare per il modo in cui non è riuscito a conservare l'iniziale vantaggio di Ghezzal. Già, Ghezzal, lui la vera nota positiva di giornata. Due invece le negative: il periodo no di Bellomo, che continua, e la difficile coesistenza lì davanti tra Caputo e Tallo, quando forse sarebbe il caso di rispolverare dal prossimo match Fedato.

PRONTI VIA - Il Brescia punta ai playoff, il Bari deve guadagnarsi la salvezza. Obbiettivi diversi in una gara in altri tempi dal sapore di serie A. Alessandro Calori ripropone la stessa formazione schierata nell'ultimo turno di campionato. Più di un cambio invece per Torrente, anche a causa della pesante defezione dell'ultimo momento di Polenta. E allora niente ballottaggio tra Bellomo e Ghezzal, ma tutti e due insieme in campo, col franco-algerino a coadiuvare in avanti il duo Caputo-Tallo.

L'avvio è di marca bresciana, anche per sfatare il tabù Rigamonti degli ultimi tempi. Le "rondinelle" cercano di chiudere i "galletti" nella loro metà campo, e già al 3', con Daprelà (in rete all'andata), hanno l'occasione di andare a segno sugli sviluppi di un calcio di punizione battuta dalla sinistra da Sodinha. La difesa del Bari è disattenta, e allora deve pensarci il buon Lamanna, con una gamba, a salvare la sua porta.

SVOLTA GHEZZAL - Sembra il triste preambolo di una gara votata alla difesa e allo spirito di sacrificio, e invece pian piano i "galletti" alzano la cresta e si fanno vedere in avanti, confondendo le idee agli avversari. Caputo e Tallo si muovono molto in avanti, scambiandosi sovente il ruolo come chiesto ieri da mister Torrente in conferenza stampa. A segnare è però uno degli uomini di maggior spessore (invero mal sfruttato nella sua esperienza in biancorosso) della scuderia biancorossa, al suo primo goal in questo torneo, e che goal. Parliamo di Ghezzal. Che conclusione la sua al 13', di interno destro. Esecuzione impeccabile. Incolpevole Arcari nell'occasione, e Bari inaspettatamente in vantaggio.

DENTRO CARACCIOLO - Calori capisce l'antifona e per non far schiacciare troppo i suoi decide di affiancare all'unica punta Corvia l'"Airone" Andrea Caracciolo. La mossa in parte dà i suoi frutti, perchè i centimetri dell'esperto centravanti danno filo da torcere a Ceppitelli e Dos Santos. Lamanna, attento nelle uscite basse, in quelle alte dimostra di dover ancora migliorare il suo repertorio. Come al 22', quando una sua uscita a vuoto, per poco non regala il pareggio agli uomini di Calori. Il Brescia decide allora di pigiare sull'acceleratore e da lì alla fine della prima frazione di gioco colleziona con Scaglia, Corvia e Caracciolo tre nitide occasioni per andare a segno, che non mutano però il risultato all'intervallo, con il Bari forse anche un pò sorprendentemente in vantaggio.

MONOLOGO CORVIA - Nella ripresa il Brescia appare trasformato, ed entra in campo con tutt'altra lena. Evidente la strigliata di Calori negli spogliatoi. A caricarsi la squadra sulle spalle l'ex leccese Corvia, incontenibile quest'oggi. Lui a sfiorare la rete del pareggio al 6' con una sapiente deviazione aerea che sibila il palo; lui che, appena quattro minuti dopo, trova la rete del pareggio, raccogliendo l'assist di testa di Scaglia e trafiggendo con un bolide di destro il povero Lamanna. Il Bari ha il torto di schiacciarsi troppo all'indietro. Colpa anche del mancato filtro del centrocampo, che costringe Torrente a richiamare in panchina l'opaco Bellomo per inserire De Falco e garantire così maggior equilibrio. Sostituzione indovinata, perchè, pur affidandosi solo al contropiede, i "galletti" hanno due buone chance in avanti con Caputo.

FINISCE COSI' - Finisce così, con un pareggio, come all'andata, tutto sommato giusto. Il Brescia ha fatto qualcosa in più, ma il Bari di un mese fa quest'incontro lo avrebbe perso. 

---

TABELLINO:

BRESCIA (4-3-2-1): Arcari, Zambelli, De Maio, Caldirola, Daprelà, Finazzi, Budel, Rossi (65' Lasik), Sodinha (19' Caracciolo), Scaglia, Corvia (74' Mitrovic) - All: Calori

BARI (4-3-3): Lamanna, Sabelli (86' Altobello), Ceppitelli, Dos Santos, Rossi, Defendi, Bellomo (57' De Falco), Sciaudone, Ghezzal, Tallo (76' Fedato), Caputo - All.: Torrente

Reti: 13' Ghezzal; 54' Corvia

Ammoniti: Tallo, Ghezzal, Budel

BRESCIA-BARI: LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia-Bari 1-1 | A Ghezzal risponde Corvia

BariToday è in caricamento