menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brescia-Bari 2-3: i galletti espugnano il Rigamonti grazie a un rigore di Rosina al 93'

Bari in vantaggio 2-0 dopo 20' con Rosina e Puscas, il Brescia la riapre con Morosini ma resta in 10. Nel finale 2-2 di Embalo su punizione ma Rosina al 93' segna il penalty decisivo

Successo all'ultimo respiro per il Bari che espugna il Rigamonti di Brescia 2-3 grazie ad un calcio di rigore nei minuti finali del match.

Doppietta per Rosina, autore del penalty che ha deciso l'incontro, e gol di Puscas per i biancorossi, mentre per i padroni di casa sono andati a segno Morosini ed Embalo. Questa vittoria regala la certezza dei play-off alla squadra di Camplone, che però restano quinti in virtù dei rotondi successi di Trapani (3-0 al Crotone) e Pescara (2-5 sul campo del Modena)

LA PARTITA - I pugliesi ono stati autori di un buon primo tempo: dopo un quarto d'ora di gioco Rosina aveva già firmato l'1-0 con l'evidente complicità di Minelli, autore di un intervento maldestro. Pochi minuti più tardi è arrivato il raddoppio di Puscas, ben assistito da Rosina, bravo a sfruttare un'incertezza difensiva di Said. Seppur in controllo del match, la squadra di Camplone è stata colpita poco dopo la mezz'ora da un gran goal di Morosini, bravo a concludere di prima intenzione e a beffare Micai con una traiettoria imparabile. A mettere ulteriormente in discesa la gara dei pugliesi c'è stato anche il rosso per doppia ammonizione sventolato a Kupisz, per proteste: i galletti hanno così potuto giocare oltre metà partita con un uomo in più.

Nonostante l'inferiorità numerica il Brescia nella ripresa ha rialzato la testa ed è entrato in campo con tutt'altro spirito mettendo più volte in difficoltà Micai con le iniziative dei due Caracciolo. Clamorosa l'occasione sprecata da Boateng verso la metà del secondo tempo: solo davanti a Minelli l'italo-ghanese ha spedito incredibilmente a lato. A 7' dal termine lo sforzo offensivo del Brescia è stato premiato: punizione a giro dell'ottimo Embalo dal limite dell'area e Micai è battuto. Quando il Bari sembrava destinato a patire l'ennesima beffa stagionale, è arrivato il rigore concesso dall'arbitro Di Paolo per l'atterramento di Di Noia da parte di Lancini. Dal dischetto è andato Alessandro Rosina che ha conservato la freddezza e al 93' ha siglato un rigore pesantissimo. Camplone e i suoi tornano a casa con tre punti ottenuti con qualche patema d'animo di troppo visti il doppio vantaggio e l'uomo in più. In vista dei play-off il Bari dovrà necessariamente acquisire un maggiore cinismo

Il tabellino di Brescia-Bari 2-3

BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Venuti (82′ Geijo), Antonio Caracciolo, Lancini, Coly; Said (75′ Mangraviti), Salifu; Kupisz, Embalo, Morosini (60′ Rosso); Andrea Caracciolo. A disp.: Arcari, Somma, Abate, Camilleri, Marsura, Castellini. All.: Boscaglia.

BARI (4-3-3): Micai; Donkor (74′ Di Noia), Tonucci, Di Cesare, Jakimovski (89′ Lazzari); Defendi, Donati, Dezi; Rosina, Pu?ca?, De Luca (67′ Boateng). A disp.: Guarna, Romizi, Gentsoglou, Tutino, Rada, Gemiti. All.: Camplone.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano.
Marcatori: 15′ Rosina (BA), 23′ Pu?ca? (BA), 31′ Morosini (BR), 84′ Embalo (BR), 93′ rig. Rosina (BA)
Ammoniti: Antonio Caracciolo, Said, Andrea Caracciolo (BR); Donkor, De Luca, Jakimovski (BA).
Espulsi: Kupisz (BR) al minuto 37 per proteste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento