La Pink Bari pronta per il campionato: anche quest'anno la squadra sarà 'ambasciatrice' della Puglia

In Regione la presentazione delle nuove maglie: per il terzo anno consecutivo le ragazze del calcio femminile barese saranno in serie A, e sulle divise indosseranno l'hashtag di PugliaPromozione

La Pink Bari pronta ad affontare, per il terzo anno consecutivo, il torneo nazionale di serie A. Una bella sfida per le ragazze della squadra di calcio femminile, che anche quest'anno saranno 'ambasciatrici' di Puglia. Sponsor del team, infatti, sarà anche quest’anno PugliaPromozione, l’agenzia di promozione turistica regionale e le maglie delle ragazze riporteranno l’hashtag #WeAreInPuglia.

La presentazione delle maglie si è tenuta questa mattina in Regione, con Emililano, la presidente delle “Pink” Alessandra Signorile e il dirigente di Pugliapromozione, Luca Scandale.

“Il calcio femminile – ha detto Emiliano -  è qualcosa in più di una semplice squadra in serie A: il calcio femminile è una possibilità straordinaria per spiegare anche a chi ancora non ci arriva che le opportunità di ciascuno devono sempre essere identiche, perché la parità di genere non è solo una dichiarazione da fare nei programmi politici, ma una cosa da vivere ogni minuto nel rispetto, nell’amore e soprattutto nella considerazione. In più il calcio femminile è divertente, in Italia sta dando molti risultati e molte soddisfazioni sportive. La Nazionale italiana femminile si è fatta onore negli ultimi mondiali. A Bari la Pink è l’unica squadra di calcio in serie A. Per la città di Bari e la Regione c’è il dovere, da parte di tutte le imprese, di tutti i tifosi, di sostenere questo esperimento calcistico, perché non possiamo permetterci che questo fenomeno così importante si estingua. E’ infatti l’unica squadra del Sud in serie A e ovviamente è l’unica squadra pugliese. Mi auguro che tutte quelle imprese che non hanno la forza di sostenere il Bari calcio, che è ora è sostenuto da imprese non pugliesi, possano decidere di investire sul calcio e sostenere nel modo che riterranno opportuno questa squadra così importante che porta per il terzo anno consecutivo la Puglia in serie A”.

“Il contributo con il marchio WeAreInPuglia – ha aggiunto il presidente - è poco più che simbolico e il marchio lo porteranno in tutta Italia ogni volta che le ragazzi andranno fuori, magari portando insieme la filiera agroalimentare pugliese e i vari prodotti che potranno essere presentati durante ogni partita di calcio. Ci auguriamo che WeAreIn Puglia, che ha un contratto di promozione turistica, possa essere presto sostituito da un main sponsor. Facciamo questa operazione perché le Pink sono una squadra femminile, che disputa un campionato di serie A ed è una società che è totalmente autofinanziata dai soci, non ha nulla a che vedere con il calcio professionistico”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento