Calcio

Bari, per Magalini c'è da attendere. Vivarini primo obiettivo per la panchina, Longo l'alternativa

L'annuncio del nuovo direttore sportivo frenato da questioni di natura legale. Per la panchina l'obiettivo è l'ex biancorosso Vivarini su cui però è forte anche l'interesse del Frosinone: se dovesse sfumare il ritorno, i Galletti vireranno sull'ex allenatore del Como

Sono giorni di apparente stallo in casa Bari, dove le uniche notizie ufficiali seguite alla fine della stagione 2023-2024, sono state il ritiro di capitan Valerio Di Cesare, che assumerà un ruolo dirigenziale, e quella del riscatto di Giuseppe Sibilli, diventato a titolo definitivo un calciatore biancorosso. 

Si attendono ancora novità, invece, per quanto riguarda la definizione dei ruoli di direttore sportivo e allenatore. La carica di ds, com'è noto, dovrebbe essere affidata a Giuseppe Magalini, ma l'annuncio, che pareva imminente, sembra essere slittato. Magalini è sotto contratto con il Catanzaro fino al 30 giugno e il club calabrese - alle prese con un vero e proprio esodo (è andato via anche il dg Diego Foresti ndr) - non sembra avere alcuna intenzione di liberarlo in anticipo, irritato dal ripensamento del direttore, che nei mesi scorsi si era impegnato a rinnovare fino al 2027 per mezzo di una scrittura privata, che al momento rappresenta lo scoglio da aggirare per l'approdo al Bari. 

Il patron dei calabresi Floriano Noto si è opposto allo stesso modo alla richiesta di lasciare il club avanzata da parte del tecnico Vincenzo Vivarini, che a differenza di Magalini è legato ai giallorossi da un altro anno di contratto, minacciando di chiarire la questione nelle "sedi opportune". L'allenatore abruzzese, che ha suscitato interessamenti dalla Serie A, è il primo nome sulla lista di Luigi De Laurentiis, che non si è mai perdonato la mancata riconferma del tecnico di Ari dopo la stagione 2019-2020, culminata con la sconfitta nella finale play-off di Serie C contro la Reggiana. Vivarini, ad ogni modo, non è solo nel mirino del Bari ma piace tantissimo anche al Frosinone. In cerca di un progetto che punti alla promozione diretta, il 58enne allenatore lascerà la Calabria solo dietro il pagamento di una sostanziosa clausola, e in tal senso sembra più facile che possa approdare nel Basso Lazio.

Bari: se salta Vivarini tutto su Longo

Il Bari proverà a fare ancora un tentativo, ma se dovesse risultare impossibile ricomporre il collaudato tandem Magalini-Vivarini in biancorosso, virerebbe con decisione su un'alternativa di lusso, Moreno Longo, rimasto senza squadra dopo un singolare esonero a Como, con i suoi al sesto posto in classifica. A quanto risulta, ci sarebbe già stato un primo abboccamento tra il mister torinese e la proprietà dei Galletti. Una scelta, che sarebbe naturalmente condivisa con Magalini, benché quest'ultimo non possa ancora formalmente occuparsi delle questioni biancorosse. Longo, 48 anni, in carriera ha guidato Pro Vercelli, Frosinone, Torino, Alessandria e Como, conquistando due promozioni, una con il Frosinone dalla B alla A, e una con l'Alessandria, dalla C alla B.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari, per Magalini c'è da attendere. Vivarini primo obiettivo per la panchina, Longo l'alternativa
BariToday è in caricamento