rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Calcio

Bitonto, botta e risposta con il Martina: al Città degli Ulivi finisce 3-2

Quarto risultato utile di fila per i neroverdi nella quattordicesima giornata del campionato di Serie D, girone H. Decisive le reti di Silletti e Palazzo

Derby ricco di emozioni al “Città degli Ulivi” tra Bitonto e Martina: termina 2-2 una sfida vibrante e giocata a viso aperto da entrambe le squadre: ospiti due volte avanti, bitontini mai domi, in grado di riagguantare il risultato. Primo tempo di marca neroverde, con la formazione bitontina che avrebbe meritato sicuramente qualcosa in più. Ripresa più equilibrata, alla fine ne esce un pari che sostanzialmente accontenta entrambe le squadre.

La cronaca del match. Emergenza totale per mister Valeriano Loseto , che deve rinunciare agli squalificati Mariani e Tangorre, agli infortunati Carullo, Chiaradia e Taurino, oltre ai lungodegenti Basile e Lucchese (quest’ultimo ormai prossimo al rientro). Subito titolare l’ultimo arrivato, il centrocampista Cardore. Si rivede dopo tanto tempo Guarnaccia. Aggregati in panca due “Juniores”, Scattarelli e Tassiello.

Dunque, 3-5-2 di partenza con Petrarca tra i pali; linea di difesa over con Gianfreda – Silletti – Gomes; a centrocampo, nel mezzo Spinelli play, con Clemente e Cardore interni, sulle corsie agiscono Guarnaccia e Riefolo; in avanti il duo Figliolia – Palazzo.

Panchina con Figliola, Maffei, Muscatiello, Ungredda, Acella, Scattarelli, Cutrone, Tassiello, Moscelli.

Partita del cuore per il bitontino Massimo Pizzulli, tecnico del Martina: l’ex calciatore ed allenatore neroverde schiera la formazione itriana con un 4-2-3-1 che vede Semeraro tra i pali; linea di difesa con Cappellari – Suhs – Perrini – Nikolli; a centrocampo, Tejo e Cerutti nel i tre trequartisti sono Cerutti – Mangialardi – Pinto; unica punta Diaz. Ex del match anche altri due bitontini doc, Aprile ed il dirigente Santoruvo, ed il difensore Cappellari.

Partenza interessante del Bitonto, che recupera diversi palloni a centrocampo ma manca sempre di precisione nell’ultimo tocco finale.

Il primo squillo di marca bitontina all’11’: punizione di Clemente dalla trequarti destra, si gira in area Gomes, bravo a staccarsi dagli avversari, sfera che non inquadra lo specchio.

Un minuto dopo ci prova Cardone dalla lunghissima distanza, vedendo il portiere ospite Semeraro fuori dai pali, che è bravo a recuperare la posizione e ad intercettare in due tempi.

Al 19’ grande opportunità per il Bitonto: traversone di Guarnaccia dalla corsia di sinistra, va a vuoto di testa Perrini, alle sue spalle, al limite dell’area di rigore, Palazzo stoppa e conclude, palla che sfiora il palo alla sinistra di Semeraro. Neanche un giro di lancette, splendida imbucata di Figliolia per Palazzo, che entra in area di rigore da destra, resiste alla pressione avversaria, conclusione radente centrale ribattuta di piede in angolo dall’estremo difensore martinese.

23’, angolo dalla sinistra di Palazzo, sfera che arriva in area di rigore a Clemente, girata imprecisa che non trova lo specchio della porta.

25’, sempre Bitonto in avanti: Gomes crossa da destra, Cardore non ci arriva di testa, in area di rigore si gira Palazzo, sfera oltre la traversa.

Dopo tanto, tantissimo Bitonto, però, al 29’, come una beffa, arriva l’incredibile vantaggio del Martino al primo vero affondo: cross di Ancora dalla sinistra, la difesa non riesce a spazzare, ne approfitta Cerutti, botta violenta da poco dentro l’area di rigore che si insacca imparabile alle spalle di Petrarca. 0-1.

Il Bitonto accusa il colpo: mezz’ora, Pinto se ne va sulla destra, cross arretrato per Diaz, botta dal limite dell’area di rigore, si distende Petrarca che respinge.

Col passare dei minuti ka formazione di mister Loseto riordina le idee e al 43’ trova il pari: corner di Palazzo dalla sinistra, in area di rigore svetta Silletti, perfetta elevazione e colpo di testa vincente che vale l’1-1. Prima rete in campionato per il difensore di Santeramo, neroverdi che agguantano il giusto meritato pari.

Un minuto dopo lancio lungo dalle retrovie, Palazzo sfugge alla linea difensiva, diagonale da posizione defilata, para a terra Semeraro.

È l’ultima emozione di un primo tempo chiuso senza recupero: squadre al riposo in parità, ma Bitonto che avrebbe decisamente meritato molto di più per la mole di azioni gol create.

La ripresa. Il secondo tempo parte con una doccia gelata per il Bitonto: due soli giri di lancette, punizione di Teijo dalla trequarti centrale, sul secondo palo sbuca Suhs che la tocca verso il centro, respinge Petrarca, la sfera rimane lì ed il più lesto di tutti è Pinto, che si avventa sul pallone vagante e trafigge Petrarca per l’1-2.

Il Bitonto prova a reagire: 54’, punizione di Palazzo dalla trequarti sinistra, svetta in area di rigore sul versante opposto Cardore, colpo di testa che attraversa tutto lo specchio e si spegne sul fondo. Occasione colossale per il pari mancata dal Bitonto.

Per il neo arrivato in casa Bitonto è l’ultima azione degna di nota: al suo posto dentro Muscatiello, fuori anche Figliolia, al suo posto Maffei.

Al 61’ proteste veementi del Bitonto: lancio di Clemente, Cappellari è incerto nell’intevento, Palazzo si invola verso la porta avversaria, contatto dubbio al momento della conclusione con Cappellari che interviene alle spalle del capitano bitontino, palla in angolo ma dubbi grossi sul contatto.

Dentro Moscelli per Guarnaccia, mister Loseto aumenta il peso in avanti, passando al 3-4-1-2.

Il Bitonto al 65’ trova il pari: Maffei in profondità, Palazzo sfugge alla retroguardia martinese, si involta verso Semeraro e lo batte con un tocco che passa tra le gambe. 2-2 e sesta rete in campionato per il capitano.

71’, spunto di Pinto sulla destra, blocca Petrarca sul primo palo.

Passano due minuti, Muscatiello si accentra da sinistra, la sfera arriva a Clemente, botta dalla distanza imprecisa che termina sul fondo.

All’82’ brivido in area bitontina: Pinto sfonda sulla destra, Cerutti serve al centro arretrato per Ancora, botta di prima intenzione e prodezza di Petrarca, che respinge in angolo.

Dal corner, ripartenza Bitonto, Maffei lancia Palazzo, svarione di un difensore martinese, Palazzo si avventa sulla sfera e verso la porta avversaria, ma viene fermato in angolo.

Dentro Ungredda per Palazzo, Bitonto che per gli ultimi minuti torna al centrocampo a 5. Tre minuti di recupero, dentro Cutrone per l’acciaccato Clemente. Ma ormai non c’è più null’altro da raccontare: termine 2-2 al “Città degli Ulivi” un match sicuramente bello, vibrante e ricco di emozioni. I neroverdi salgono a quota 16 punti in classifica e portano a quattro la striscia di risultati utili consecutivi.

Domenica prossima nuovo derby pugliese per il Bitonto, che sarà di scena sulla Murgia, per affrontare in trasferta la FBC Gravina: altro scontro diretto con in palio punti pesanti in chiave salvezza. Il Bitonto ha voglia di continuare nel suo buon momento.

14^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H
BITONTO – MARTINA 2 – 2
Reti: 29’ pt Cerutti, 43’ pt Silletti, 2’ st Pinto, 20’ st Palazzo

BITONTO (3-5-2): Petrarca, Gianfreda, Silletti, Gomes; Guarnaccia (19’ st Moscelli), Cardore (11’ st Muscatiello), Spinelli, Clemente (47’ st Cutrone), Riefolo; Figliolia (11’ st Maffei), Palazzo (c) (42’ st Ungredda).
A disp.: Figliola, Acella, Scattarelli, Tassiello.
All. Loseto

MARTINA (4-2-3-1): Semeraro; Cappellari, Perrini, Sush, Nikolli; Cerutti, Teijo; Ancora (c), Mangialardi (34’ st Dieng), Pinto; Diaz (34’ st Amabile).
A disp.: Lotito, Petitti, Albanese, Forcillo, Tuccitto, Mancini, Natola.
All. Pizzulli

Arbitro: Cevenini (Siena). Assistenti: Di Berardino (Teramo) e D’Orazio (Teramo).
Ammoniti: Clemente, Figliolia, Muscatiello (B), Teijo, Pinto (M)
Recupero: 0 pt – 3 st

Fonte: comunicato ufficiale Bitonto 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitonto, botta e risposta con il Martina: al Città degli Ulivi finisce 3-2

BariToday è in caricamento