rotate-mobile
Calcio

Verso Como-Bari, Iachini: "Ci serve una scintilla per il rush finale"

L'allenatore dei biancorossi ha parlato in vista della delicata sfida che sabato pomeriggio li vedrà protagonisti sul campo del Como

Beppe Iachini è intervenuto in conferenza stampa a due giorni dalla trasferta che vedrà il suo Bari impegnato sul campo del Como. 

Indubbiamente una prova dall'elevato coefficiente di difficoltà per i biancorossi: ormai in zona play-out dovranno vedersela contro la seconda in classifica che ambisce alla promozione diretta.

Per affrontarla senza farsi male non si potrà prescindere dall'entrare in campo con una testa diversa rispetto a quella delle ultime uscite: "Nelle ultime settimane non abbiamo avuto fortuna negli episodi - è il pensiero di Iachini -. Non mi piace trovare alibi, ma se ci addentriamo nelle partite, ci sono stati episodi che non sono andati nel verso giusto. Dobbiamo essere più forti di tutto, reagire a queste situazioni. Alla squadra non posso rimproverare nulla, dobbiamo essere più bravi e più cinici sotto porta per mettere le gare sui binari giusti. Se la sblocchi tu ci sono dei vantaggi. Non dobbiamo mollare di un centimetro. Serve una reazione importante, andremo sul campo di una squadra forte che vive una stagione positiva. Ci vogliono personalità, coraggio, testa e cura dei particolari per non avvantaggiare una squadra già forte. Ci vorrà una partita perfetta".

Al tecnico dei Galletti è stato chiesto come stia vivendo il momento delicato dal punto di vista dei risultati: "Mi aspettavo una situazione complicata, ma allo stesso tempo speravo in qualche punto in più che meritavamo. Se guardo alle scorse partite siamo stati dentro fino alla fine in molte di queste, anche con la Cremonese. Abbiamo avuto 4-5 situazioni per pareggiare. Il pari poteva portare entusiasmo, cambiare la partita. Dobbiamo insistere per far girare gli episodi dalla nostra parte".

Iachini non molla e assicura che l'impegno non manca anche da parte dei suoi ragazzi: "Durante la settimana la squadra spinge, deve farlo ancora con più convinzione in partita. Serve attenzione nell'ultimo passaggio, giocare partite con organizzazione, coraggio e mentalità. La squadra lo sta facendo ma al primo dettaglio sbagliato paghiamo. Continuando a crederci. Esclusa la partita col Südtirol meritavamo altri risultati. Dobbiamo insistere, anche ai massimi livelli ci sono periodi più o meno lunghi in cui i risultati non arrivano, ci serve una scintilla per questo rush finale, una partita per volta, dando tutto ciò che abbiamo".

Il mercato di gennaio è stato impostato sopra"Abbiamo perso Kallon, ogni partita qualcuno per influenza, Ménez pensavamo di recuperarlo poi è entrato Aramu. Ci sono state situazioni particolari, Diaw vediamo come sta. Vanno valutate queste cose, da questo dipende il modulo. I moduli possono essere giusti o sbagliati, conta l'atteggiamento, la voglia di far gol della squadra. Serve attenzione per 95 minuti. Chi parte e chi entra deve dare il massimo".

Iachini ha chiarito anche l'esclusione di Puscas nello scorso match: "Ha sempre giocato, poi c'è stata la partita di Modena. Abbiamo avuto la possibilità di recuperare Diaw, ci teniamo perché abbiamo bisogno anche di lui. Vista anche la situazione di pressione su Puscas, ho voluto tutelarlo, dargli una pausa per scrollarsi di dosso alcune situazioni. Contiamo su di lui. Abbiamo bisogno di coraggio e spregiudicatezza, non di pressione. Questa settimana è tornato con la giusta serenità, da lui ci aspettiamo gol importanti".

Con la Cremonese il Bari è sembrato in bambola sui due gol e anche in altri frangenti: "A volte commettiamo degli errori, per via della pressione, non c'era percezione che potessimo prendere gol immediatamente. Non devono capitare episodi del genere che possono appesantirci, sul secondo gol dovevamo coprire meglio, quella situazione va letta meglio. Dover recuperare sempre non deve accadere, giocare con altri risultati dà un entusiasmo diverso. Non dobbiamo commettere errori".

Il tecnico ha risposto anche a proposito del momento non felice di Brenno: "Tutti i giocatori sono in discussione, dal portiere all'ultimo ragazzo della Primavera. Se c'è tranquillità si va in campo e si gioca, se dovessi accorgermi che non è così manderei in campo chi è più libero mentalmente".

Tornerà a disposizione Nasti dopo aver scontato due turni di squalifica rimediati dopo il triplice fischio di Bari-Sampdoria per proteste: "Sa di aver fatto una fesseria che ci ha tolto delle frecce dall'arco. Si è allenato bene, deve essere pronto con entusiasmo e rabbia. Tutti possono dare una mano".

La media punti del Bari non è incoraggiante in ottica salvezza, soprattutto guardando al calendario difficile, ma Iachini resta fiducioso: "Nonostante gli episodi negativi la squadra ha sempre reagito, ha avuto occasioni, non ha mollato. Certamente servono più attenzione, meno errori, più cinismo. Il gol va cercato da tutti, non solo dagli attaccanti, così si fanno svoltare le partite. Serve positività. Dobbiamo pensare a una gara per volta, sarà difficile per tutti, non solo per noi".

Sulla possibilità di adottare un solo modulo fino alla fine: "I ragazzi sanno ciò che devono fare. Le mie squadre devono essere organizzate nelle due fasi. Poter interpretare più di un modulo deve essere una cosa a nostro vantaggio. Si cerca di trovare qualche soluzione in più per essere maggiormente imprevedibili. Non si cambia tanto per cambiare, ma quando le cose non girano bisogna provare più strade".

Il Bari, penultimo per rendimento esterno, affronterà il Como, la squadra che ha fatto meglio in casa. Con questa premessa è dura pensare a far risultato: "Il calcio non è una scienza esatta, l'imponderabile può andarti contro ma se ci metti del tuo può girare a tuo favore. Prepariamoci per fare una partita di livello, generosa. Andare a Como rinunciatari di fronte a una squadra che ha qualità ed esperienza sarebbe sbagliato. Se andiamo lì con personalità e l'atteggiamento giusto alziamo le nostre percentuali".

Per concludere Iachini ha risposto sull'eventuale impiego di Bellomo: "Nicola si sta allenando bene, è tra i candidati a partecipare, dall'inizio o in corso, facciamo affidamento su di lui".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Como-Bari, Iachini: "Ci serve una scintilla per il rush finale"

BariToday è in caricamento