rotate-mobile
Calcio

Verso Bari-Catanzaro, Mignani: "Resettare la testa senza farci condizionare dal ko con la Virtus. Vogliamo ripartire"

Il tecnico dei biancorossi ha parlato alla vigilia della sfida del dodicesimo turno di Serie C, che vedrà i galletti, in vetta al Girone C, ospitare il Catanzaro, secondo a -4

Poco più di 24 ore al big match della dodicesima giornata di Serie C tra Bari e Catanzaro, in programma sabato alle 14:00 al San Nicola. Una partita che vedrà di fronte la squadra di casa, capolista del Girone C, contro la seconda su cui ha un vantaggio di 4 punti, che arriva a seguito di un turno in cui entrambe le compagini sono incappate nella prima sconfitta stagionale.

L'analisi pre-partita dell'allenatore del Bari, Michele Mignani è partita proprio dalla netta sconfitta sul campo della Virtus Francavilla: "Le sconfitte fanno sempre male, non bisogna mai abituarsi ad esse. Non è stata una delle nostre migliori prestazioni e abbiamo lavorato per tutta la settimana in funzione della partita di domani. Cosa ho detto ai ragazzi? Ho semplicemente cercato di ricordare loro il percorso che abbiamo fatto, fatto di difficoltà, sacrifici e spirito di gruppo. Non è una partita storta che ci può togliere le certezze, dobbiamo guadagnarci la pagnotta".

A detta di qualcuno i problemi del Bari non sono da ricercare nella difesa, quanto piuttosto nella fase difensiva: "Fino a poco tempo fa ci dicevamo che per le occasioni concesse subiamo troppo, ed era un dato tutto sommato giusto. Nelle ultime partite abbiamo concesso qualcosa in più ma rimango dell'idea che non sia colpa di un reparto, di un singolo, bisogna migliorare il lavoro di squadra. Quando la squadra si muove bene insieme accorcia e copre gli spazi stando corta concedendo meno all'avversario. Abbiamo concesso due situazioni dalla nostra destra a Francavilla, così era successo con la Turris, ogni tanto va riconosciuto anche il merito degli avversari. Ci vogliono attenzione e solidità. Scavone sta meglio, ha fatto quasi tutta la settimana in gruppo, sarà sicuramente con noi".

Avendo 4 punti di vantaggio sul Catanzaro al Bari potrebbero andare bene due risultati su tre, ma Mignani non fa calcoli del genere: "Non ragioniamo in funzione dei due risultati su tre, questo si fa quando le partite sono decisive. Domani vedremo chi è più bravo, abbiamo affrontato già diverse seconde senza fare calcoli. Credo che il Catanzaro sia competitivo e forte, lo dimostra la loro classifica alla fine dello scorso campionato, l'allenatore è stato confermato come buona parte dei calciatori, hanno una struttura consolidata. Mi auguro vengano qui a giocare come stanno facendo con altre squadre. Dobbiamo ragionare pensando a noi, facendo le cose che sappiamo e mettere in campo una buona prestazione".

Il mister biancorosso ha fatto il punto anche sulle condizioni di Valerio Di Cesare e l'eventuale reintegro di uno dei fuori lista: "Contraccolpo forte per Valerio, l'infortunio è serio, avrà bisogno di tempi abbastanza lunghi per recuperare. Pian piano lo sta metabolizzando, ha capito che è successo, non c'è rimasto bene ma è un ragazzo forte e in gamba che si riprenderà da questo infortunio. Con la società stiamo facendo delle valutazioni, decideremo eventualmente se reintegrare qualcuno".

Sulle principali difficoltà della sfida contro i calabresi: "L'ostacolo più grosso è resettare mentalmente e non farsi condizionare dall'ultima partita. Bisogna dimenticare le cose brutte e pensare positivo. Ognuno è fatto a modo suo, c'è chi nasce positivo e neanche ci fa caso alle cose brutte, poi c'è chi ricorda solo le cose brutte. Nell'arco di un campionato ci stanno partite che nascono storte o che non vengono come le avevi preparate, pensate alle sconfitte della Juve con Empoli e Sassuolo. Bisogna ragionare di partita in partita".

Nel post-partita di Francavilla, Terranova ha suonato la carica: "Nella squadra e negli occhi dei ragazzi ho visto la voglia di ripartire e fare le cose nella maniera giusta. Dico sempre che dalle parole bisogna passare ai fatti. Ho piacere quando un giocatore dice cose giuste e dimostra in campo ciò che dice"

A differenza della partita con Foggia che vide allo stadio oltre 20mila tifosi, la prevendita per il match col Catanzaro mostra numeri molto più freddi: "Spero che quella fiammella che si era accesa rimanga accesa. Non mi sento di fare appelli, so che è un orario non semplice e che è un sabato e non una domenica. Spero continuino a seguirci, starci vicino e a darci la spinta".

Come ogni vigilia di una partita importante, la tensione è alta ma Mignani prova a tenerla a bada: "La sera prima della partita dormo sempre, non sono uno che ha difficoltà a dormire per la tensione. Cerco di impormi di stare tranquillo e viverla serenamente, ci vuole lucidità, arrivare alla partita nel miglior modo possibile per fare le scelte giuste prima e durante la partita".

Sulle scorie della sconfitta nel derby con la Virtus: "Le valutazioni sulla sconfitta col Francavilla le abbiamo fatte dopo la partita, dopo bisogna andare avanti. È andata così, abbiamo perso, cercato di capirne i motivi, ma abbiamo subito iniziato a preparare la prossima. Se arrivati al giorno della partita continuiamo a parlarne non ci aiutiamo".

Il tecnico dei galletti è stato ermetico come sempre sulle scelte di formazione: "Abbiamo centrali se giochiamo a quattro, se giochiamo a tre ne abbiamo tre, vediamo perché si fanno tanti pensieri e tante valutazioni. Non è giusto crocifiggere chi ha giocato a Francavilla, a fine primo tempo avrei dovuto cambiarne 10. Dobbiamo scrollarci di dosso paura e scorie negative, non posso e non devo pensare negativo dopo il percorso che abbiamo fatto. Non voglio nascondere la mia strategia, quando ho dei dubbi li porto fino a prima della partita. Di Gennaro? Sta meglio, è in crescita, nel momento in cui pensavo fosse pronto ha avuto un incidente e siamo tornati indietro. Ha grande forza di volontà, mette intensità durante l'allenamento ma la condizione si trova giocando. Siamo vicini a potergli concedere minuti. Lui e Scavone hanno avuto problemi, Lollo al momento del bisogno".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Bari-Catanzaro, Mignani: "Resettare la testa senza farci condizionare dal ko con la Virtus. Vogliamo ripartire"

BariToday è in caricamento