rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Calcio

Varato il nuovo Protocollo covid per gli sport di squadra: stop se il 35% degli atleti è positivo

Intesa raggiunta durante la Conferenza Stato-Regioni, stabilite nuove disposizioni: blocco dell'intera squadra se il numero di positivi è superiore al 35% dei componenti del gruppo atleti, isolamento per i positivi e test ripetuti per 5 giorni per i contatti, obbligo di FFP2 se non si effettua attività sportiva

Nella serata di ieri dopo la Conferenza Stato-Regioni è stato raggiunto l'accordo per il nuovo protocollo covid sugli sport di squadra, come annunciato da Mariastella Gelmini, Ministro per gli Affari regionali e le autonomie.

Blocco per tutta la squadra se il numero di positivi componenti del gruppo è superiore al 35%. In questa fattispecie, inoltre, scattano l'isolamento per i positivi e test ripetuti continuamente per 5 giorni per i contatti ad alto rischio. Diventa obbligatorio l'uso della mascherina FFP2 se non si effettua attività sportiva, a prescindere dallo stato vaccinale.

Grazie a queste norme non dovrebbero più verificarsi conflitti tra le disposizioni delle leghe professionistiche e quelle delle aziende sanitarie locali, una notizia appresa con soddisfazione dal presidente della FIGC, Gabriele Gravina che ha lodato "l’ottimo lavoro svolto con le tutte istituzioni in particolare con il Governo".

"Il calcio - ha aggiunto il numero uno della Federazione - ha bisogno di dialogo, di regole chiare e di responsabilità e il nuovo protocollo nasce su queste basi. Auspico che anche il CTS riconosca l’impegno e gli sforzi quotidiani del nostro movimento per la tutela della salute”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Varato il nuovo Protocollo covid per gli sport di squadra: stop se il 35% degli atleti è positivo

BariToday è in caricamento