rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Calcio

Reggina-Bari 0-0: il big match del Granillo termina senza reti

Pari a reti bianche tra amaranto e biancorossi nella sfida di cartello della 18ª giornata di Serie B. Mancato l'aggancio, distanze invariate

Si è concluso con un pareggio senza reti l'anticipo della 18ª giornata di Serie B tra Reggina e Bari.

Sebbene non siano arrivati i gol, nella sfida del Granillo non sono mancati di certo gli episodi a partire dalla rete annullata nel primo tempo a Dorval per un presunto tocco col braccio, e al rigore assegnato per fallo di Mallamo su Gori e poi cancellato ai padroni di casa nella ripresa dopo la revisione al monitor. 

Ai punti avrebbe meritato qualcosa in più la Reggina, più volte pericolosa e al tiro soprattutto nel primo tempo. Ottima la resistenza del Bari, non brillantissimo in attacco, ma che è stato trascinato difensivamente da un Di Cesare in formato guerriero. 

I biancorossi tornano da Reggio con un punto che mantiene invariate le distanze dal secondo posto dei calabresi e se domani dovesse arrivare l'aggancio del Genoa, ci sarebbe poi l'occasione di staccare nuovamente i liguri con la partita in casa in programma lunedì 26 dicembre alle 20:30 al San Nicola, un altro crocevia importante di questa stagione.

Reggina-Bari: la cronaca

Mignani conferma Dorval a destra e Mazzotta a sinistra in difesa. A centrocampo, al posto di Maiello squalificato, c'è l'ex Bellomo con Maita e Benedetti. Antenucci unica punta con Folorunsho e Botta alle spalle. Al 3' primo tiro della partita con Ménez che servito da Di Chiara prova la conclusione a volo senza inquadrare la porta. Pressione dei padroni di casa che un minuto più tardi vanno ancora al tiro con Canotto, murato da Vicari. All'8' tiro di Majer dai 20 metri deviato da Di Cesare in corner, qualche protesta dei padroni di casa. Sul ribaltamento di fronte dopo il calcio d'angolo Dorval vince un contrasto con Majer, s'invola verso la porta e segna la sua prima rete con la maglia del Bari con un bel destro a giro. La gioia del franco-algerino, però, dura poco perché dopo una lunga revisione al monitor Fabbri annulla per un tocco di braccio del numero 93. La squadra di Inzaghi continua ad attaccare con Rivas, che prima guadagna un corner e poi nel prosieguo dell'azione calcia senza inquadrare lo specchio. Ci prova anche Folorunsho al 18' su punizione di seconda, tiro potente e pericoloso di poco alto sopra la traversa della porta difesa da Colombi. Al 24' provvidenziale salvataggio di Di Cesare su Rivas. Al 34' Ménez prende palla sulla trequarti e avvia la percussione centrale conclusa col sinistro, Caprile si distende e si rifugia in angolo. Ancora pericolosi i calabresi con un traversone di Hernani sul quale non arrivano né Fabbian né. Nel finale del primo tempo gli animi tornano a scaldarsi per un presunto tocco con il braccio di Mazzotta nell'area biancorossa, contatto giudicato fortuito dal direttore di gara che lascia proseguire. Espulso per proteste Vergassola, allenatore in seconda di Mignani. Un primo tempo vibrante va in archivio sullo 0-0.

Dopo l'intervallo prima sostituzione della partita: Inzaghi inserisce Gori per Ménez, optando per l'inserimento di un vero centravanti. Subito una doppia occasione per gli amaranto: Pierozzi pescato da Rivas va al tiro murato da Vicari, la sfera finisce poi a Hernani che di sinistro conclude sul fondo di poco. Al 56' chiusura provvidenziale di Dorval su Canotto che si stava per liberare al tiro. Doppio cambio per i biancorossi allo scoccare dell'ora di gioco: Bellomo e Dorval lasciano il posto a Mallamo e Pucino. Si fa vivo Botta al 61' con un sinistro dal limite parato da Colombi. Brivido per Mallamo che appena entrato sembra commettere fallo da rigore su Gori, ma che viene poi scagionato dalla revisione al monitor per aver toccato prima il pallone dell'avversario. Altra doppia sostituzione per i Galletti al 69': Salcedo per Botta, Antenucci per Scheidler. Nella Reggina dentro Cicerelli per Rivas. Ci prova da lontano Majer al 71', pallone fuori non di molto. Al 79' due cambi per Inzaghi con Crisetig e Liotti al posto di Majer e Fabbian, poi all'84' Ricci per Canotto. Spazio anche per Cangiano, inserito da Mignani per i 6' di recupero al posto di Benedetti. Spazio ancora per un sinistro di Pierozzi dal limite alzato in angolo da Caprile. È l'ultima occasione del match che termina 0-0.

Reggina-Bari 0-0: il tabellino

REGGINA (4-3-3): Colombi; Pierozzi, Cionek, Camporese, Di Chiara; Fabbian (79' Liotti), Majer (79' Crisetig), Hernani; Rivas (69' Cicerelli), Ménez (46' Gori), Canotto (84' Ricci). A disp.: Ravaglia, Aglietti, Dutu, Loiacono, Gori, Bouah, Lombardi, Liotti, Giraudo. All. F. Inzaghi

BARI (4-3-2-1): Caprile; Dorval (60' Pucino), Di Cesare, Vicari, Mazzotta; Bellomo (60' Mallamo), Maita, Benedetti (90' Cangiano); Folorunsho, Botta (69' Salcedo); Antenucci (69' Scheidler). A disp.: Frattali, D'Errico, Zuzek, Ceter, Bosisio. All. Mignani

Arbitro: Fabbri di Ravenna
Assistenti: Peretti - Di Gioia
IV: Miele
VAR: Pairetto
AVAR: Paganessi

Marcatori: 
Note - ammoniti Di Cesare (B), Majer (R), Bellomo (B), Maita (B), Pucino (B). Espulso Vergassola (B) non dal campo. Recupero: 3' pt, 6' st.
Spettatori: 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina-Bari 0-0: il big match del Granillo termina senza reti

BariToday è in caricamento