Sport

As Bari, Angelozzi cerca un vice Sabelli e mette in vendita Marotta

Il diesse ha confermato la cessione dell'attaccante, protagonista di un acceso diverbio con Zavettieri:" Andrà in Lega Pro". Smentite le trattative con il Cagliari per Sciaudone, e la rescissione di Lugo. Cessione società: contatti embrionali ma massimo riserbo

Tanti forse, molti condizionali, ma in casa Bari continua a campeggiare un enorme punto interrogativo. Nella conferenza stampa tenutasi questa mattina, Angelozzi ha affrontato diversi temi, in primis quello del mercato.

Nulla che non si sapesse. Il Bari non sarà protagonista di una campagna acquisti faraonica, ma ancora una volta si punterà sull’autofinanziamento, con l’obiettivo di liberarsi degli esuberi.

PARTENZE - Masi, Altobello e Partipilo sono i principali indiziati, giocatori praticamente mai utilizzati (qualche scampolo solo per il secondo, ndr), ai quali si aggiunge Alessandro Marotta.
“Andrà a giocare in Lega Pro”, è stato il laconico commento del diesse biancorosso, il quale ha confermato, senza troppi giri di parole, della lite tra l’attaccante e l’allenatore in seconda Zavettieri. “Ha avuto un comportamento poco professionale, la società non tollera questi atteggiamenti”.

SCIAUDONE RESTA PER ORA - Meno scontati gli addii di Sciaudone, per il quale è stato smentito l’interessamento del Cagliari, e di Lugo che non avrebbe chiesto la rescissione come era trapelato nei giorni scorsi.

Come già detto, non ci saranno interventi in attacco, nonostante l’evidente sterilità offensiva che la formazione di Alberti ha denunciato nel girone d’andata. Toccherà a Galano, Silva, Fedato e Beltrame guidare il reparto offensivo anche nelle restanti 21 partite.
Per l’ala foggiana, soltanto un’offerta irrinunciabile, farebbe vacillare la società, e pensare ad una sua partenza.

VICE SABELLI - La società andrà alla ricerca di un laterale destro, capace di dare il cambio a Sabelli. Diverse volte, quando il giovane scuola Roma è stato assente per squalifica o per gli impegni con l’Under 21, Alberti si è dovuto arrangiare, cambiando modulo, o adattando volta per volta i vari Defendi, Ceppitelli e Altobello.
Chiusura infine sulla battuta di Paparesta, che qualche settimana fa aveva parlato di un Bari che avrebbe dovuto puntare ai playoff “Un dirigente tifoso parla come vuole, ma per raggiungere obiettivi importanti servono investimenti e strutture. Noi da tre anni non compriamo, facciamo acquisti a parametro zero e realizziamo plusvalenze. L’obiettivo resta la salvezza”.

CESSIONE SOCIETA’ - Sul fronte societario, nessuna grossa novità, anche se Paparesta ha annunciato l’esistenza di contatti con gruppi imprenditoriali. Il club manager mantiene i piedi per terra: ”Non è il caso di fare cifre, anche perché di questo se ne occuperanno i Matarrese. Qualcosa bolle in pentola, ma non voglio regalare illusioni a nessuno, e cerchiamo di mantenere la totale riservatezza”.
  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

As Bari, Angelozzi cerca un vice Sabelli e mette in vendita Marotta

BariToday è in caricamento