Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Alvarez, in stallo la trattativa col Catania. In arrivo la meteora Rivaldo

Abbiamo contattato Vincenzo D'Ippolito, procuratore di Edgar Alvarez, per chiedergli eventuali sviluppi nella trattativa per il passaggio dell'honduregno al Catania. Nel frattempo, Angelozzi annuncia di aver quasi chiuso per un centrocampista: la meteora paraguaiana Rivaldo

Come ormai si vocifera da qualche tempo, Edgar Alvarez dovrebbe a breve lasciare il Bari. L'esterno offensivo honduregno, dopo essere stato accostato per lungo tempo al Torino di Ventura, sembra ora essere vicinissimo al ritorno in serie A visto che il Catania pare aver accelerato in modo prepotente nella corsa al suo cartellino. Per capire l'evoluzione della trattativa, abbiamo contattato in esclusiva il procuratore del giocatore ex Roma e Messina, Vincenzo D'Ippolito, per capire meglio a che punto è la trattativa: "Purtroppo non ci sono novità nella trattativa per il passaggio di Edgar al Catania. Attualmente la trattativa è in fase di stallo e da venerdì ad oggi non c'è stato nessun passo in avanti". Queste le parole di D'Ippolito in merito all'evoluzione della trattativa che, comunque, vedrà a breve il passaggio in Sicilia del suo assistito visto che, essendo Alvarez in scadenza nel 2012, una sua permanenza a Bari pare impossibile così come altamente improbabile pare un eventuale ritorno del Torino nella corsa al giocatore in quanto le basi per il passaggio dell'honduregno a Catania sono state gettate e il giocatore gradisce restare in serie A.

IN ARRIVO IL CENTROCAMPISTA PARAGUAIANO RIVALDO - Nel frattempo in entrata si registra un affare che pare essere in dirittura d'arrivo, come confermato dal direttore sportivo biancorosso Angelozzi: il dirigente barese, infatti, ha annunciato su Radio Bari che è in fase avanzata la trattativa che vedrebbe arrivare al San Nicola un centrocampista che mister Torrente conosce bene. Il nome di questo giocatore dovrebbe essere Rivaldo Gonzalez Kiese, centrocampista offensivo paraguaiano di 23 anni. Torrente lo ha avuto con se a Gubbio nella stagione 2009-10 quando, in Seconda Divisione di Lega Pro, il fantasista sudamericano collezionò 31 presenze e due reti. Fatta eccezione per quella stagione, però, Rivaldo rimane un autentico oggetto misterioso: approda in Italia giovanissimo (16 anni) arrivando al Venezia dove in due anni di B colleziona 12 presenze senza siglare nessuna rete. Nel 2005 va al Genoa, in C1, dove vede il campo 9 volte rimanendo ancora a secco. L'anno dopo viene girato in prestito all'Avellino (C1, 14 presenze - 1 gol) mentre nel 2007 emigra nella serie B svizzera vestendo la maglia del Lugano (11 presenze e 2 reti). A gennaio del 2008 torna, ancora in prestito, in C1 con il Potenza (12 presenze - 1 rete) mentre l'anno dopo veste la maglia della Spal (7 presenze - 0 reti). Il 2009 al Gubbio ha la sua stagione migliore prima di emigrare nuovamente, visto che nella scorsa stagione ha militato nel club di serie B argentina Club Atletico Patronato dove ha collezionato solo 4 gettoni, oltretutto tutti entrando dalla panchina. Un resoconto che parla di un centinaio di presenze, 6 gol e svariati cambi di maglia in 8 anni di carriera. Decisamente numeri che lo etichettano come meteora o, se preferite, nuova scommessa che il Bari sta per acquisire.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alvarez, in stallo la trattativa col Catania. In arrivo la meteora Rivaldo

BariToday è in caricamento