Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Calcioscommesse, Bari deferito. A giudizio Gillet, Kutuzov e Lanzafame

Il deferimento al club biancorosso "per responsabilità oggettiva, con aggravante dell'illecito ripetuto" per le combine sulle gare Bari-Treviso e Salernitana-Bari. Per illecito sportivo deferito anche l'attuale capitano del Bari Francesco Caputo

Sono arrivati in mattinata i deferimenti relativi al secondo filone barese sull'inchiesta del calcioscommesse: undici per illecito e otto per omessa denuncia su Bari-Treviso; 18 deferimenti per illecito e 2 per omessa denuncia su Salernitana-Bari. Tra i tesserati a giudizio Gillet (che rischia sino a cinque anni di squalifica, col rischio di chiudere la carriera anzitempo), Kutuzov e Lanzafame, mentre nessun provvedimento per Ranocchia e Antonio Conte, le cui posizioni sono state archiviate.

Il Bari è stato deferito per responsabilità oggettiva dalla procura della Figc per le presunte combine di Bari-Treviso 0-1 (maggio 2008) e Salernitana-Bari 3-2 (maggio 2009). Al club pugliese viene anche riconosciuta l'aggravante dell'illecito ripetuto.

CALCIOSCOMMESSE: TUTTI I CALCIATORI DEFERITI

"Il deferimento giunto al Bari si riferisce ad anni precedenti al processo sportivo dello scorso anno. E avremmo potuto patteggiare se i fatti contestati fossero rientrati nel pacchetto che abbiamo affrontato nello scorso procedimento". Lo ha detto all'ANSA il direttore generale del Bari, Claudio Garzelli, commentato i provvedimenti della Procura sportiva sul calcioscommesse. "Contiamo che si tenga conto dell'unitarietà dell'insieme delle violazioni - ha aggiunto - Si tratta di un intero periodo già oggetto di approfondimenti da parte della giustizia sportiva".

 Per illecito sportivo è stato deferito anche l'attuale capitano del Bari Francesco Caputo oltre a mezza squadra del passato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse, Bari deferito. A giudizio Gillet, Kutuzov e Lanzafame

BariToday è in caricamento