Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Calcioscommesse: mano pesante su Caputo, 3 anni e mezzo per il capitano

Nel processo relativo al filone Bari-bis, la Disciplinare ha disposto 20 condanne tra squalifiche e inibizioni: stangate anche per Gillet e Galasso. Accolta l'istanza di patteggiamento della società che, nel prossimo campionato, partirà da -1

Francesco Caputo

Con 20 condanne, tra squalifiche e inibizioni, due proscioglimenti (Willian Pianu e Nicola Strambelli), si è ufficialmente concluso il processo sullo scandalo Calcioscommesse, relativo al filone Bari-Bis. Molte le condanne pesanti, che verosimilmente metteranno fine alle carriere di numerosi giocatori.  

STANGATA PER GILLET E CAPUTO – Nel processo, che faceva riferimento alle gare tra Bari e Treviso del maggio 2008, e a quella contro la Salernitana del maggio 2009, la Disciplinare ha squalificato Jean-Francois Gillet, ex portiere e capitano del Bari, lo scorso anno a Torino, a 3 anni e 7 mesi. Un provvedimento che di fatto potrebbe aver decretato la fine della carriera per il portiere belga. Mano pesante anche per Massimo Ganci (4 anni, condanna più pesante), Gianluca Galasso (3 anni e 7 mesi come Gillet, ndr).
Pesante anche la condanna per Francesco Caputo, capitano e protagonista nell’ultima stagione del Bari, con 17 gol. Per lui 3 anni e 6 mesi di squalifica, insieme a Raffaele Bianco, Simone Bonomi, Daniele De Vezze, Luca Fusco, Stefano Guberti, Vitali Kutuzov, Alessandro Parisi, Ivan Rajcic e Vincenzo Santoruvo.

Più miti le condanne (6 mesi) per Nicola Belmonte, Massimo Bonanni, Corrado Colombo, Mariano Donda, Santiago Ladino e Vitangelo Spadavecchia. 4 anni di inibizione per Cosimo D’Angelo.

PATTEGGIAMENTI E PENALIZZAZIONE – Sono 10 le istanze di patteggiamento accettate dalla Commissione: il Bari dovrà scontare 1 punto di penalizzazione nel prossimo campionato; 6 mesi di squalifica a Cristian Stellini, 9 per Nicola Santoni (entrambe le squalifiche in continuazione di quella dello scorso anno), 3 mesi e 10 giorni e 40mila euro di multa per Alessandro Gazzi, 4 mesi per Simone Cavalli, 20 mesi per Marco Esposito, 3 mesi e 15 giorni più 20mila euro per Andrea Masiello (in aggiunta alla condanna che già sta scontando in base alle condanne dell’estate scorsa). 3 mesi e 10 giorni più ammenda di 10mila euro per Barreto e Giovanni Marchese, e infine 16 mesi e 40 mila euro di ammenda per Davide Lanzafame.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse: mano pesante su Caputo, 3 anni e mezzo per il capitano

BariToday è in caricamento