Sabato, 31 Luglio 2021
Sport Carbonara / Via di Carbonara Principessa Jolanda

Carbonara: manca il bando per la gestione, chiude il campo comunale

La Circoscrizione: "Nessun bando se il Comune non fa i lavori di manutenzione". L'assessore allo Sport Sannicandro: "Avrebbero dovuto attivarsi per tempo"

Una partita del Football Carbonara al campo comunale "Dell'Acqua"

Il contratto per l'affidamento in gestione dell'impianto è scaduto, e da oggi il campo comunale "Leo Dell'Acqua" di Carbonara resta chiuso. Fino a quando, è difficile prevederlo. Perché prima di far partire il nuovo bando per cercare un nuovo gestore, nella struttura dovranno essere effettuati dei lavori di manutenzione. Ma è proprio qui che nasce l'intoppo, perché quando si parla di tempi è difficile ottenere risposte chiare.

"Ieri c'è stata la riconsegna dell'impianto - spiega il direttore della IV Circoscrizione, Giuseppe Laquale - ed è stato effettuato un sopralluogo con i tecnici del Comune, in seguito al quale è emersa la necessità di fare dei lavori. Si tratta essenzialmente - chiarisce ancora Laquale - di interventi agli impianti elettrici". "La questione dipende ora dall'Ufficio tecnico comunale, non appena i lavori saranno conclusi, siamo già pronti per far partire il nuovo bando". Ma non si sarebbe potuto anticipare questo iter, in modo che alla scadenza del contratto (che era già stato prorogato nei mesi scorsi, ndr) tutto fosse pronto per riassegnare subito la gestione? "La riconsegna - risponde Laquale - è avvenuta soltanto ieri, e quindi soltanto ieri abbiamo potuto fare il sopralluogo. Prima non sarebbe stato possibile intervenire".

Dunque tutto resta fermo, in attesa dei lavori. Ma secondo l'assessore allo Sport, Elio Sannicandro, la chiusura si sarebbe potuta evitare. "Non ritenevo necessaria la chiusura dell'impianto - spiega - i lavori si sarebbero potuti fare comunque. Già tempo fa avevo scritto una lettera alla Circoscrizione con le indicazioni su come procedere, ma sono state disattese". Ma quali saranno adesso i tempi? "Su questo è la Circoscrizione che deve rispondere, sono loro i responsabili di questo procedimento e avrebbero dovuto attivarsi per tempo per chiedere la copertura finanziaria degli interventi".

Nell'attesa di vedere come e quando la situazione sarà sbloccata, di certo c'è che da oggi le realtà sportive del quartiere restano senza una struttura di riferimento. Come il Football Carbonara, la squadra nata due anni fa grazie all'azionariato popolare che milita in seconda categoria. "Da oggi - spiega il presidente della società, Giuseppe Magrone - noi non abbiamo più un posto dove allenarci. Ma il problema non riguarda soltanto la nostra squadra, ma anche altre società come il Real Carbonara e la Polisportiva Ceglie che utilizzano questo impianto. Sapevamo che il contratto di gestione sarebbe scaduto a fine ottobre, e avevamo cercato di sollecitare chi di dovere, ma senza risultati". "Del resto - spiega ancora Magrone - la nostra squadra usa il campo solo per gli allenamenti, mentre per le partite in casa, da quando la FIGC ha sospeso l'omologazione, affittiamo una struttura privata, pagando ogni volta 140 euro". Una questione, questa dell'omologazione, che nel frattempo, assicura l'assessore Sannicandro, è stata risolta. Ma il timore adesso è un altro, e le parole di Magrone lo esprimono bene: "La mia paura è che, una volta messi i lucchetti, quel campo torni ad essere completamente abbandonato, come lo è stato per tanti anni. E trovo assurdo - continua - che una Circoscrizione grande come la nostra non abbia neppure un campetto di calcio. D'altra parte - conclude Magrone - ho l'impressione che di tutti i nostri sforzi per costruire qualcosa di bello nel quartiere, come una squadra di calcio che mancava da trent'anni, non importi assolutamente nulla a nessuno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carbonara: manca il bando per la gestione, chiude il campo comunale

BariToday è in caricamento