menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carpi-Bari 0-0: storica promozione per gli emiliani, galletti deludenti

I padroni di casa possono finalmente gioire per la promozione nella massima serie. Il Bari deve accontentarsi di un punto che per certi versi prolunga l'agonia di una stagione molto difficile

Finisce 0-0 la partita tra Carpi e Bari: un pareggio che per gli emiliani ha il sapore di una storica promozione in Serie A. Già la Serie A, quel traguardo tanto agognato a inizio campionato, e che invece con il passare delle giornate è diventato sempre più una chimera, con i biancorossi che addirittura faticano a portarsi a ridosso della zona play-off.

Anche stasera la squadra di Nicola è apparsa senza idee e incapace di poter imprimere una svolta alla partita. Quella del Cabassi è stata una gara tratti noiosa (ai padroni di casa bastava un punto per festeggiare) e in cui non si è vista quasi mai la voglia dei galletti di giocarsi fino all'ultimo istante la possibilità di vincere e agguantare punti pesanti. La matematica non preclude ancora nulla, ma i play-off sono sempre più un miraggio. 

LA PARTITA - Parte con discreta aggressività il Carpi che va al tiro per la prima volta dopo 6 minuti con lo sloveno Struna, Guarna però è attento. Il portiere barese si ripete per ben due volte pochi istanti più tardi sul calcio di punizione di Poli e sul successivo tapin di Struna. Solo Carpi nei primi 10' di gioco: punizione di Porcari, Guarna si rifugia in angolo. La squadra di Nicola fa fatica a reagire: il primo tiro degno di nota arriva passata la mezz'ora con Bellomo, la sfera però termina alta sopra la traversa. I biancorossi si rifanno sotto al 38' con una mezza rovesciata di Defendi, Gabriel para senza affanni. Il Bari chiude il primo tempo all'attacco, senza però trovare il guizzo vincente. 

Nella ripresa è nuovamente il Carpi ad avere il pallino del gioco: al 55' Mbakogu lavora un buon pallone per Lollo che però dal limite dell'area di rigore calcia incredibilmente alto. Il Bari si vede soltanto al 61' con una conclusione di Donati, tiro potente che però non inquadra lo specchio. Nicola prova la mossa De Luca al posto di Boateng ma il cambio non sortisce effetti. A dieci dalla fine, Mbakogu va vicino all'1-0 con un colpo di testa, palla fuori di poco. All'84' è Lollo a impegnare Guarna con un bel destro ma il portiere biancorosso si distende e manda il pallone in corner. Nei quattro minuti di recupero il Bari ha tre occasioni: prima ci prova Donati di testa, ma Gabriel respinge in angolo, poi ci prova Sabelli con un tiro dai venti metri che non inquadra lo specchio, infine è Bellomo a costringere ancora Gabriel in corner. E' l'ultimo atto di questa sfida che vede concludersi trionfalmente il cammino del Carpi: la squadra di Castori festeggia una promozione tanto inaspettata quanto meritata. Per il Bari l'ennesima prestazione anonima di un'annata da dimenticare in fretta. 

CARPI (4-4-1-1) - Gabriel, Struna, Poli (83' Sabbione), Romagnoli, Gagliolo; Pasciuti, Porcari, Bianco, Di Gaudio (75' Lasagna); Lollo; Mbakogu (88' Inglese). A disp.: Maurantonio, Modolo, Gatto, , Mbaje, Pasini, Laner. All.: Castori.

BARI (4-3-3) - Guarna, Sabelli, Contini, Camporese, Calderoni; Donati, Bellomo, Romizi (88' Galano); Boateng (73' De Luca), Caputo (81' Ebagua), Defendi. A disp.: Donnarumma, Salviato, Benedetti, Filippini, Gomelt,  Rada. All.: Nicola

Arbitro: Pairetto di Nichelino
Ammoniti: Boateng, Contini (B), Struna, Di Gaudio (B)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento