Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Donati difende i Matarrese: "Tutti ne parlano male, ma amano il club"

Il capitano biancorosso interviene nelle polemiche relative alla gestione societaria difendendo la famiglia Matarrese: "Seguono il club da 34 anni, una famiglia non può andare in malora per il calcio"

"Tutti parlano male della famiglia Matarrese ma sono 34 anni che segue questo club. A Bari il calcio è importante e la proprietà è innamorata del club". Il capitano del Bari, Massimo Donati, interviene a difesa dei Matarrese nelle polemiche relative alla gestione del club biancorosso, in questi giorni di nuovo al centro dell'attenzione per le lunghe trattative con la Meleam per la cessione della società.

"So che queste parole non saranno gradite ad una parte della tifoseria- ha continuato Donati, incontrando i giornalisti al San Nicola - La gente deve capire che una famiglia non può andare in malora per il calcio; loro hanno sempre fatto scelte ponderate".

Intanto giovedì a Marassi c'é l'impegno di Coppa Italia contro il Genoa. "Non sarà un impiccio. E' una partita importante - spiega Donati, che in questo campionato ha collezionato 13 presenze - con una squadra di serie A. Nello scorso torneo la nostra parabola discendente iniziò contro i grifoni. Speriamo che questa gara metta un punto definitivo e ci faccia ripartire. Tutti sembrano non interessati a vincere questo trofeo ma quando succede ci si vanta per averlo conquistato. Ce la metteremo tutta, giocheremo come se fosse una sfida di Champions". Infine, il capitano ha puntualizzato gli obiettivi stagionali della squadra: "Non esistono stagioni di transizione - conclude - daremo tutto per arrivare più in alto possibile. Per ora non ci poniamo limiti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donati difende i Matarrese: "Tutti ne parlano male, ma amano il club"

BariToday è in caricamento