Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Perez segna allo scadere, per il Bari sfuma il sogno dei tre punti

Dopo un primo tempo equilibrato, i biancorossi passano al 18' della ripresa con Calderoni, su assist di Fedato. Quando il risultato sembra ormai acquisito, arriva la doccia fredda con il gol dell'ex, all'ultimo secondo

Roberto Alberti

Nuovamente un ex, questa volta un prodotto del vivaio barese, fa del male al Bari, e nella maniera più beffarda.

Leonardo Perez, trova il gol al 95’ inoltrato, spegnendo i gioiosi pensieri coltivati dai giocatori di Alberti, e i cori di dissenso dei tifosi di casa, contro l’attaccante, reo di aver sciupato poco prima un’altra colossale occasione.
Peccato per il Bari, che pur non disputando una prova esaltante, aveva dato piccoli ma confortanti segnali di risveglio.
Il gol di Calderoni, giunto al 18’ della ripresa su uno splendido taglio in verticale del redivivo Fedato, sembrava poter bastare per trovare una vittoria in trasferta che manca da oltre due mesi.
L’esterno biancorosso, schierato a sorpresa al posto di Beltrame nel 4-3-3 di Alberti (l’altra novità è Polenta al posto di Chiosa), è stata una delle note liete del match.

Una partita che nel primo tempo ha viaggiato su ritmi abbastanza compassati, caratterizzata da tanti errori e poche azioni significative.
Sui piedi di Sciaudone, e di Joao Silva, rispettivamente al 13’ e al 40’, le occasioni più limpide capitate ai biancorossi, padroni del campo, senza però trovare grossi sbocchi nell’area granata.
Per il Cittadella, una sola grande occasione, per Coralli, la cui girata di prima sul cross di Di Roberto, trova la fenomenale respinta di Guarna.

SECONDO TEMPO – La ripresa prosegue su ritmi contenuti, con i padroni di casa che alzano il baricentro ma collezionano soltanto calci d’angolo. Il vantaggio di Calderoni giunge paradossalmente nel momento di maggiore pressione dei veneti.
Foscarini corre subito ai ripari, aumentando il peso offensivo con gli innesti di Perez e Dumitru, mentre Alberti cerca di contenere imbottendo la mediana con De Falco per Galano, e cercando di giocarsela sfruttando le ripartenze.
Le occasioni per far male ci sarebbero, ma non vengono sfruttate. In particolare da Joao Silva, che al 40’ sbaglia il tempo dello stacco, deviando sul fondo un invitante cross di Fedato.
Prima ancora, due volte il Cittadella ha fatto tremare Guarna: e se al 25’ il diagonale dell’ottimo Pecorini deviato da Sabelli, sfiora il palo perdendosi sul fondo, al 38’ è colossale l’errore di Perez, che riceve palla in area dopo un rimpallo, ma calcia malamente in curva da posizione favorevole, beccandosi gli improperi del pubblico.
Di diverso esito la conclusione al 96’, che fissa il punteggio sull’1-1, vede Perez a urlare tutta la sua rabbia nei confronti del suo pubblico, e i calciatori del Bari, rammaricarsi per una vittoria svanita dopo averla accarezzata fino all’ultimo.

Tabellino

CITTADELLA (4-3-3) Di Gennaro; Sosa, Pellizzer, Gasparetto, Pugliese; Paolucci (20’st Perez), Busellato, Pecorini (37’st La Camera); Di Roberto, Coralli, Minesso (27’st Dumitru). A disposizione: Pierobon, Coly, Marino, De Leidi. All. Foscarini

BARI (4-3-3) Guarna; Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni, Defendi (39’st Statella), Romizi, Sciaudone; Galano (24’st De Falco), Joao Silva, Fedato (43’st Marotta). A disposizione: Pena, Beltrame, Chiosa, Lugo, Altobello, Leonetti. All. Alberti

ARBITRO: Baracani di Firenze 

MARCATORI: 18’st Calòderoni (B), 51’st Perez (C)

AMMONITI: Pugliese (C), Busellato (C), Ceppitelli (B), Calderoni (B), Romizi (B), Guarna (B)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perez segna allo scadere, per il Bari sfuma il sogno dei tre punti

BariToday è in caricamento