Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Nicola: "Dobbiamo muovere la classifica. Ternana squadra aggressiva"

Il tecnico biancorosso è intervenuto in conferenza stampa prima della partenza per l'Umbria: "Scendiamo in campo per vincere, ma ciò che conta è far punti"

Dopo il filotto di tre vittorie consecutive contro Avellino, Latina e Lanciano, il Bari è atteso dalla trasferta umbra contro la Ternana. I rossoverdi sono ultimi in classifica con appena 4 punti, e hanno da poco cambiato allenatore a conferma delle difficoltà avute in questo inizio di stagione.

C'è già chi parla di partita facile, ma non ditelo a Davide Nicola: il tecnico biancorosso, intervenuto oggi in conferenza stampa, non vuole in alcun modo che si sottovaluti il prossimo avversario.

Ecco le risposte dell'allenatore del Bari ai cronisti presenti:

Squadra che vince non si cambia?
"Può valere solo in certi momenti, a volte paga altre no. Non ci sono verità assolute, non succede sempre così, certe cose hanno una valenza ridotta"

Tre vittorie consecutive e un calendario abbordabile: è il momento dello scatto?
"L'importante è muovere la classifica, come ho detto in altre occasione, quando non fai 3 punti ma non li fanno gli altri va anche bene. Detto ciò noi andiamo in campo sempre per vincere, per me non ci sono squadre difficili o abbordabili. Ci sono difficoltà legate a diverse situazioni. La Ternana sa di non avere molti punti, ha un organico che non rispecchia la classifica. Magari hanno qualche difficoltà, ma hanno una buona squadra".

Giocare con la Ternana è più difficile che affrontare il Cagliari?
"D'accordo, noi andiamo lì per vincere, anche loro vorranno vincere. Sarà dura per entrambe le squadre. Incontrare squadre come il Cagliari può essere difficile dal punto di vista tecnico, con la Ternana magari la difficoltà è l'aggressività"

In che condizioni è la squadra?
"Romizi ha un problema da tempo, lui c'è sempre, però quando il dolore gli aumenta si cerca di diminuire, comunque è disponibile. Tonucci è appena rientrato, non sarà convocato, ha bisogno di riprendere minuti".

A loro mancherà Ceravolo...
"Ceravolo è un'assenza importante, tutti lo conoscono, ma a volte nei momenti di scelte forzate si trovano anche nuove possibilità, nuove soluzioni. L'assenza di un giocatore non compromette nulla. Noi non ci aspettiamo regali da nessuno A Terni sono stato bene quando ero giocatore, ho diversi amici e conoscenti ma è passato tanto tempo".

Vicenda Infront: vi tocca?
"A noi non interessa granché, c'è una società, ci sono ruoli precisi, non è una cosa che ci preoccupa. Io parlo ogni giorno con la dirigenza, erano già venute fuori situazioni simili, ci sono persone adatte per rispondere a queste faccende".

Difficile tener fuori i giovani?
"Mi spiace vedere come si allenano e poi non poter gratificare tutti. Ma era un rischio che volevamo correre, avere almeno due giocatori per ogni ruolo. Sono passate solo sette partite, alla fine dell'avventura ci sarà chi ha giocato più di altri, ma come ho già detto in passato il compito di un allenatore è essere imparziale"

Maniero e il gol: è importante ritrovarlo capocannoniere? Compiti difensivi?
"A me personalmente non interessa quanti gol fa Maniero, mi interessa che sia funzionale al progetto del Bari, è un giocatore universale. Si fa tanto lavoro in fase di non possesso, non sono abituato a credere che se un giocatore non fa tanti gol non stia lavorando bene, per me Maniero sta facendo un buon lavoro"

E' in forma?
"Sì, lo conosco dai tempi del Lumezzane, è sempre stato così, adesso è a posto".

Cosa evoca tornare in Umbria?
"Io sono concentrato sulla partita di Terni, non ho pensato a nulla in particolare, ha poco senso ricordare il ritiro. E' stata una parte importante della preparazione, ma ora stiamo facendo sul serio, non avremo regali, dovremo conquistare tutto sul campo".

Donati e Rosina aiutano il Bari a giocar meglio?
"Il Bari gioca meglio perché vince da 3 partite, ma la squadra sta imparando ad assumere altri atteggiamenti. Abbiamo gestito bene il pallone con il Lanciano, è una strada importante, non deve diventare fine a se stessa ma può essere utile. Anche nelle partite precedenti siamo andati molto bene, c'è da migliorare, ci sono diversi adattamenti da fare, ma stiamo lavorando tanto. Se concedi poco e crei di più hai lavorato bene".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicola: "Dobbiamo muovere la classifica. Ternana squadra aggressiva"

BariToday è in caricamento