menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Filippo Porcari

Filippo Porcari

Porcari: "Bari, posso essere il tuo leader ma dobbiamo essere più squadra"

Il centrocampista biancorosso è intervenuto in conferenza stampa: "Ancora dobbiamo trovare la giusta amalgama, ma la classifica non è da buttare. Io il leader? Lavoro per diventarlo, so che potrei farlo"

Arrivato negli ultimi giorni di mercato dal Carpi, Filippo Porcari è uno di quei calciatori del Bari che ancora non è riuscito a farsi apprezzare a pieno. L'ex regista degli emiliani è interventuto questa mattina in conferenza stampa affrontando diversi argomenti tra cui il momento attuale del Bari e i suoi primi mesi in biancorosso.

A Terni la squadra ha rimediato un brutto ko, il secondo esterno dopo quello di Crotone, ma Porcari non fa drammi: "La classifica non è da buttare, avessimo fatto risultato a Terni saremmo in cima. Andiamo sempre in campo per vincere, lì le gambe non giravano. Adesso abbiamo tre partite in casa e una fuori. Ci manca essere un po' squadra. Dobbiamo ancora trovare l'amalgama giusta. Durante la settimana ci conosciamo, ci parliamo. Il mister è un grande allenatore. Forse ci vuole un leader, uno che si carichi la squadra sulle spalle nei momenti difficili. Se sono io? Non lo so, di certo ambisco a diventarlo, sono sicuro di averne le capacità",

Il centrocampista ha parlato del suo scarso minutaggio fino ad ora: "Sono un professionista, accetto la panchina. Mi alleno bene e cerco di farmi trovare pronto... Per come la vedo io tutti sono utili, nessuno è indispensabile. Avere un doppione in ogni ruolo fa bene, io tifo per il Bari, non per me stesso, se mettessi me davanti alla squadra non sarei un professionista. Farò sempre il tifo per il compagno che gioca al posto mio".

Circa la sua posizione preferita in campo Porcari ha dichiarato dove si sente più a suo agio: "Mi sento senza dubbio un mediano. Mi esprimo al meglio davanti alla difesa, il mio ruolo in campo è stato sempre quello". E sulle sue caratteristiche ha aggiunto: "Sono un tipo sanguigno, non mi va mai di perdere. Non guardo in faccia a nessuno, se ci fosse mia madre in campo farei un contrasto anche con lei (ride, ndr)"..

Il Bari fa fatica a segnare ma per Porcari il successo non si costruisce solo con i gol: "Le partite si possono vincere anche 1-0. Non ci esaltiamo se vinciamo o abbattiamo se perdiamo. Maniero non è contento di non far gol, ma se fa segnare un compagno si che è contento. Dobbiamo solo diventare più squadra. Dalle mie esperienze passate posso dire che la soluzione per vincere i campionati è non prendere gol. Dobbiamo trovare la quadratura"

Sabato al San Nicola arriverà l'Entella dell'ex Caputo: "A parte vedere come giocano non abbiamo ancora preso misure particolari,stiamo preparando la partita. Oggi il mister ci dirà tutto". Contro i liguri bisognerà sfruttare il fattore San Nicola: "Il nostro stadio dev'essere un fortino ma dobbiamo cominciare a macinare punti anche fuori casa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Emiliano contro il coprifuoco alle 22: "Non ha senso e penalizza il turismo". Sulla scuola "il problema è per i mezzi di trasporto"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento