Sport

Tra Crotone e Bari vince l'equilibrio. Biancorossi di nuovo a punti in trasferta

La squadra di Alberti disputa un'ottima prestazione, e conquista il primo punto nel girone di ritorno, lontano dal San Nicola. Partita equilibrata, con i biancorossi vicini al gol con Sciaudone e Defendi. Traversa di Suagher nel finale

Edgar Cani. Buon esordio per lui dal primo minuto

La legge dei grandi numeri si conferma ancora una volta implacabile. E così capita che Bari e Crotone, squadre allergiche al pareggio, si annullino dando vita all’unico 0-0 della giornata. Una partita però tutt’altro che brutta, che ha certificato l’ottimo stato di forma di entrambe le formazioni. Confortante in particolare, la prova dei biancorossi, senza timori reverenziali, padroni del campo per lunghi tratti della partita, e che, nel computo totale delle azioni, e della qualità del gioco, probabilmente avrebbero meritato anche qualcosina in più. Rammarichi anche per il Crotone, che pur soffrendo, ha raccolto l’occasione più clamorosa del match, al 38’, con la traversa colpita da Suagher.

SCHIERAMENTI SPECULARI - E’ una sfida tra due squadre che si somigliano in alcuni aspetti: entrambe allergiche al pareggio (uno per il Crotone, zero per il Bari nel girone di ritorno), entrambe sono disposte con il 4-3-3, entrambe capaci di fare un gioco propositivo e piacevole.
Drago sceglie Bernardeschi e De Giorgio in appoggio ad Ishak, Alberti conferma la formazione prevista alla vigilia.
Mancano i gol, e le grandi occasioni, ma il primo tempo è gradevole. Squadre corte, ben disposte in campo, vogliose e in grado di costruire trame di gioco di qualità. Il Bari dimostra di aver intrapreso un percorso di maturazione, come evidenzia l’atteggiamento impavido che consente ai biancorossi di comandare le operazioni nella prima parte e nel finale della prima frazione.
Non c’è Joao Silva, in avanti si registra l’esordio dal primo minuto di Cani, il quale si mostra subito come prezioso centroboa, capace di solo di tenere impegnata l’intera retroguardia calabrese. Ne beneficiano gli esterni e gli incursori come Sciaudone, il più pericoloso ed autentica spina nel fianco sul versante sinistro del Crotone. Sue le due occasioni più importanti, al 7’ (volee di piatto su cross di Galano, palla alta) e al 37’ (lancio dalla trequarti, e gran conclusione nuovamente alta).
Il Crotone alza il baricentro nella fase centrale, creando qualche apprensione sulle corsie, con l’imprevedibilità del talentuoso Bernardeschi. Ma a parte una punizione di Cataldi al 19’, un paio di conclusioni di Bernardeschi ed un colpo di testa di Ishak che fanno il solletico a Guarna, la retroguardia barese non corre grossi pericoli.
Le migliori occasioni sono di marca biancorossa, con Defendi al 22’, che trova la respinta di piede di Gomis, e con Cani, che spedisce alto un pallone d’oro generato da un tiro sbilenco di Defendi.

SECONDO TEMPO – La ripresa ricalca il primo tempo. Equilibrio sostanziale, con il Bari che comanda maggiormente le operazioni. C’è spazio per qualche capovolgimento di fronte, come quello che conduce Dezi a sfiorare il palo su cross di De Giorgio dalla sinistra.
La risposta del Bari, arriva al 12’, con Defendi che calcia al volo, su corner di Galano, costringendo Gomis alla risposta più impegnativa del match, al 4’.
Le occasioni scarseggiano. Il Bari colleziona angoli ed occasioni soltanto potenziali. Drago cerca la svolta con le risorse che gli propone la panchina, cambiando l’intero terzetto offensivo. Risponde Alberti con gli innesti di Lores (al posto di un discontinuo Galano), Delvecchio per il positivo Lugo, ed infine Sabelli per Zanon.
L’occasione più clamorosa il Crotone se la costruisce al 39’, sugli sviluppi di un corner, che genera la traversa di Suagher su inzuccata imperiosa e contemporanea dormita di Calderoni.
Un episodio estemporaneo, di fatto l’ultimo di una partita che si chiude con il più giusto dei risultati.

CROTONE (4-3-3) Gomis; Del Prete, Suagher, Ligi, Mazzotta; Cataldi, Dezi, Crisetig; Bernardeschi (30’st Giannone), Ishak (14’st Pettinari), De Giorgio (14’st Bidaoui). A disposizione: Concetti, Galardo, Cremonesi, Giannone, Diop, Ferrari, Matute. All. Drago

BARI (4-3-3) Guarna; Zanon (32’st Sabelli), Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Sciaudone, Romizi, Lugo (22’st Delvecchio); Galano (19’st Lores Varela), Cani, Defendi. A disposizione: Pena, Sabelli, Chiosa, Samnick, Fossati, Beltrame, Leonetti. All. Alberti

ARBITRO: Aureliano di Bologna

AMMONITI: Galano (B), Sciaudone (B), Crisetig (C), Bidaoui (C) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Crotone e Bari vince l'equilibrio. Biancorossi di nuovo a punti in trasferta

BariToday è in caricamento