Nicola: "Livorno squadra forte, batterli sarebbe gustoso"

Il tecnico biancorosso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match coi toscani: "Non temo cali di tensione, sappiamo che siamo solo a metà del percorso"

Dopo la grande vittoria di Cesena il Bari si prepara ad un'altra partita importante, quella di domani pomeriggio contro il Livorno. Una gara che per Davide Nicola ha un sapore speciale vista la sua parentesi alla guida degli amaranto culminata con la promozione in Serie A.

Domani però non ci sarà spazio per i sentimentalismi, visto che oltre alla necessità di vincere per confermarsi nelle zone alte della classifica c'è da lavare l'onta del 5-2 patito lo scorso anno al Picchi.

Ecco le parole di Nicola in conferenza stampa:

Domani c'è il 'suo' Livorno...
"Sono una squadra forte, per questo batterli sarebbe particolarmente gustoso. In Toscana son stato bene, ma ora penso al Bari. L'anno scorso contro di loro perdemmo in maniera netta".

Un commento su Panucci?
"Era un difensore fortissimo e la carriera che ha fatto parla per lui".

Ultimamente hanno avuto risultati altalenanti. Come pensa si schiereranno?
"Il Livorno visto contro il Vicenza non mi è sembrato affatto in crisi. Possono giocare con il 4-2-3-1 o con 4-3-3, questi sono i due modi in cui possono occupare il campo. Il punto di forza è senz'altro l'attacco dove sono molto temibili".

Affrontate due grandi ex come Vantaggiato e Fedato...
"Vantaggiato e Fedato sono davvero interessanti. Fedato, per esempio, ad una squadra come la nostra sarebbe molto utile. Vantaggiato, poi, oggi è un giocatore che sa farti male appena può. Insomma, davanti loro ben attrezzati".

Sono due squadre che si equivalgono?
"Bari e Livorno sono due squadre che possono farsi male a vicenda... Vedremo chi sarà in grado di disinnescare meglio le armi altrui.

Ci vorrà la stessa intensità vista a Cesena?
"Sotto il punto di vista dell'intesità abbiamo raggiunto buoni risultati anche in altre partite".

Qual è stata l'arma segreta a Cesena?
"Contro il Cesena abbiamo messo in pratica una strategia particolare. Organizziamo i nostri piani anche in base delle caratteristiche degli avversari e questo è successo a Cesena ma anche in altre partite"

Emergenza terzini?
"Al momento non siamo in emergenza in quel reparto, tuttavia se proprio dovesse esserci necessità, potremmo utilizzare anche Di Noia a sinistra in difesa. Credo che per caratteristiche possa disimpegnarsi senza problemi anche in quella posizione".

Dopo la vittoria del Manuzzi c'è il rischio di un calo di tensione?
"
Non temo un rilassamento da parte della squadra... I ragazzi sanno che siamo solo all'inizio del nostro percorso. Inoltre sappiamo bene che se facciamo quello che dobbiamo fare possiamo essere molto pericolosi per i nostri avversari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

Torna su
BariToday è in caricamento