De Laurentiis vuole portare la Champions League al San Nicola

Braccio di ferro con De Magistris: "Ho chiesto all’UEFA l’autorizzazione a disputare le partite di Champions League del Napoli a Bari. A costo di pagare di tasca mia 1.000 pullman"

Luigi e Aurelio De Laurentiis (ANSA)

La città di Bari ha sempre sognato di entrare nel panorama calcistico europeo, fino ad oggi però la realtà è ben diversa e coincide con quella della Serie D che inizierà il prossimo 16 settembre. Eppure la Champions League al San Nicola potrebbe arrivarci lo stesso. Come? Tutto ciò sarebbe possibile grazie all'ultimo coup de théâtre di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli e proprietario del Bari con la holding di famiglia Filmauro dallo scorso agosto.

L'imprenditore romano è protagonista di un braccio di ferro che ormai dura da anni con il comune di Napoli e il sindaco Luigi De Magistris in merito alla questione stadio (sia per i lavori di adeguamento del San Paolo, sia per l'eventuale costruzione di un nuovo impianto). Lo scontro con l'Amministrazione comunale del capoluogo partenopeo è ormai totale e allora ecco l'ultima provocazione.

"Ho chiesto di giocare la Champions al San Nicola"

Da Spalato, dove si trovava per una riunione dell'ECA (l'associazione delle squadre di club europea ndr), ADL ha dichiarato in un'intervista al Corriere dello Sport: "Non farò più storie. Costruirò un mio stadio. Non si può più andare avanti così. Ci vorranno due anni ma almeno nessuno potrà dire niente se metti i soldi tuoi e hai i terreni che sono utilizzabili per costruirci un impianto. A queste condizioni può esserci un’accelerazione fortissima. Nel frattempo ho chiesto all’UEFA l’autorizzazione a disputare le partite di Champions League a Bari. A costo di pagare di tasca mia 1.000 pullman e di consentire ai napoletani di assistere alle gare al San Nicola. É un signor stadio, Certi giocatori, quando l’hanno visto per la prima volta, se ne volevano andare da Napoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento