Martedì, 15 Giugno 2021
Sport Picone

Derby Bari-Lecce, arrestato il responsabile del lancio di un petardo

L'uomo, 30 anni, avrebbe lanciato un petardo nel settore del San Nicola occupato dalla tifoseria leccese, provocando il ferimento di un uomo. E' stato identificato grazie ad alcuni filmati

E' stato identificato e arrestato ieri sera dagli agenti della Digos della questura di Bari il presunto responsabile del lancio di un petardo contro la tifoseria leccese. L'uomo, M.I, di 30 anni, avrebbe scavalcato la vetrata della curva nord, percorso i cento metri della Tribuna Est, e gettato il petardo nel settore sud dello stadio che ospitava la tifoseria leccese, causando il ferimento ad un orecchio di un uomo.

Non si è trattato comunque dell'unico episodio di violeza avvenuto ieri al San Nicola. Durante il secondo tempo l'arbitro Morganti era stato costretto a sospendere la partita per un reiterato lancio di petardi da parte della tifoseria biancorossa. Poi, alla fine del match, gli ultrà baresi avevano cercato di infrangere la vetrata che separa la curva nord dagli altri settori, nel tentativo di raggiungere i tifosi salentini. Lanci di bottiglie, pietre e petardi contro le forze dell'ordine, che sono comunque riuscite a bloccare gli ultrà, molti dei quali sono stati fermati e portati in questura.

I tifosi giallorossi hanno invece dovuto attendere due ore dalla fine dell'incontro per lasciare il San Nicola, rigorosamente scortati dalla polizia così come era stato previsto dal piano di sicurezza predisposto dalla questura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby Bari-Lecce, arrestato il responsabile del lancio di un petardo

BariToday è in caricamento