Sport

Domani a Bari la Race for the Cure

Il sindaco Decaro con il professor Lattanzio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il Villaggio Race allestito dalla Susan G. Komen in piazza Prefettura é stato preso d'assalto dai baresi. C'era chi si allenava ballando a ritmo di zabumba, video house e italian step, chi seguiva le sessioni informative sulla prevenzione dei tumori al seno e i bambini che si sono divertiti nell'area ludica a loro riservata.
A vigilare che tutto procedesse per il meglio, tra i viali del Villaggio Race si aggirava anche il professor Vincenzo Lattanzio, presidente del comitato Puglia della Susan G. Komen Italia: "Il messaggio più importante che io possa dare é quello della condivisione, quello di essere qui tutti insieme. Già ieri dalla conferenza stampa e dall'evento allo stadio del Nuoto, abbiamo visto tanta gente, amici, volontari, amici degli amici, cittadini. Tutti coloro i quali vogliono una Bari per bene, una Bari che crede nelle belle cose, che crede nella realtà di una collaborazione, di una condivisione, di una solidarietà che serve a portare avanti tutti insieme discorsi seri come quelli della prevenzione del cancro mammario e di una buona medicina. Questo é il messaggio che voglio lanciare é di essere qui tutti insieme per creare, portare avanti, una sanità che sia al servizio del cittadino secondo gli standard più alti, ed é possibile farlo".
Ed é proprio questo spirito di condivisione che ha portato a Bari, Rosanna Banfi che ancora una volta ha deciso di prestare il suo volto alla Race for the cure e la sua voce alle tante donne in rosa, come lei, per dire che insieme il tumore al seno si può sconfiggere.
Lo fa indossando la maglia rosa, come tutte le donne colpite da un tumore al seno "per farsi vedere, per farsi notare, per fare gruppo e sentirsi in quale modo tutte sorelle, tutte uguali, per potersi fare forza l'una con l'altra".
La diagnosi precoce, va ribadito é fondamentale, così come il percorso che medici e specialisti tracciano per le pazienti. Nello spazio educativo da mattina a sera ci susseguono sessioni informative su diagnosi, chirurgia, medicina nucleare, plastica, di base, ginecologia, riabilitazione, assistenza infermieristica, oncologia, radioterapia, supporto nutrizionale e psicologico.
Senza dimenticare la cura di sé, della femminilità, con le lezioni di camouflage, nell'area rosa, con trucco e parrucca.
Tutto in attesa dell'evento clou, la Race for the cure che partirà da piazza Prefettura alle 9.30 di domenica con il percorso competitivo di cinque chilometri e la passeggiata di due. Sempre nella mattinata di domenica, sul palco del Villaggio si esibiranno i mitici Spread, un gruppo composto da cinquanta bancari uniti dalla passione per la musica, per fare beneficenza.
E ancora, Paolo Macagnino di Amici, Shago di X Factor, Savio Vurchio di The Voice e Antonella Dell'Olio, una donna in rosa dalla voce meravigliosa.
Nel tratto di mare antistante il litorale Sud di Bari, nel canale all'interno dei frangiflutti, partirà, alle 9.40, la pagaiata in rosa e alle 12 sarà la volta della veleggiata organizzata dal circolo della Vela in collaborazione con il circolo nautico Bari.
Senza dimenticare la cerimonia di premiazione dei partecipanti alla Race, che si terrà alle 12.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani a Bari la Race for the Cure

BariToday è in caricamento